Notizie

Una nuova tecnologia: Calzina-Monitor per prevenire la SIDS

Ogni anno in USA nascono 4 milioni di bambini e di questi, almeno 2000 muoiono a causa della SIDS (Sudden Infant Death Syndrome), o anche conosciuta come “morte in culla”.

Tra le varie tecnologie adottate per registrare cambiamenti nella respirazione e della frequenza cardiaca, Owlet Baby Monitor è l’ultimo apparecchio sviluppato e messo a punto dagli studenti della Brigham Young University.

Si tratta di un apparecchio integrato con quella che è a tutti gli effetti una calzina in tessuto che si fa indossare al bambino.
La tecnologia presente all’interno della “calza-monitor” è dello stesso tipo di quella utilizzata negli ospedali per il monitoraggio dei segni vitali, ma è stata modificata in modo da renderla accessibile da parte dei genitori a casa: tutti i segnali registrati dall’Owlet Baby Monitor, vengono all’istante scaricati tramite un’applicazione per smartphone che i genitori avranno sul loro telefono cellulare.

L’apparecchio reagisce se il bambino smette di respirare, se c’è un calo di livello di ossigeno nel sangue o in seguito ad altri segni vitali irregolari.

Attualmente l’Owelt Baby Monitor non è ancora in commercio, ma la sperimentazione promette bene e forse in un futuro questa tecnologia sarà  a disposizione del pubblico.

L’unico mio dubbio è: cosa succede se la calzina si sfila? Di certo ai genitori viene un infarto perché riceveranno la segnalazione sullo smartphone che il loro bimbo ha smesso di respirare quando invece dorme placidamente.
E se lo smartphone ha qualcosa che non va? Se si impalla? Se si scaricano le batterie e il genitore non se ne accorge (tu magari ridi, ma a me capita un giorno si e l’altro pure)…staremo a vedere gli sviluppi di questo apparecchio, ma nel frattempo, cari genitori, mettetevi il cuore in pace che di dormire non se ne parla proprio.

Fonte: http://www.huffingtonpost.com/2012/11/30/owlet-baby-monitor-sock_n_2220590.html?utm_hp_ref=parents&ir=Parents#slide=more189379

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X