Ciao Mondo!Educare

Una buona colazione prima di tutto

Sin da bambina mi è stata inculcata la tradizione della colazione. Di quelle abbondanti, un po’ all’american style (escludendo pancetta fritta e uova strapazzate), con tavola apparecchiata a puntino. «Un ottimo punto di partenza per cominciare bene la giornata», come ancora continua a professare mia madre. E ora non posso fare a meno di questo rituale (per me diventato altamente sacro) fatto di pane tostato e marmellata, burro, yogurt, nutella (embè? Al mattino le sue milionate di calorie si metabolizzano più velocemente) biscotti, fette biscottate.

Se a causa di imprevisti mi trovo a uscire di casa in fretta e furia perché la mia #@*#@* di sveglia non ha fatto il suo dovere, trovandomi costretta ad accettare di malavoglia un misero caffè espresso (quelli del bar non li sopporto, sanno di liquirizia!), una brioches congelata, scaldata a dovere per essere spacciata come prodotto di pasticceria di alta qualità , divento idrofoba. Anche a causa delle cispe cementate agli angoli degli occhi perché se devo uscire di casa in fretta e furia significa che sono proprio in ritardo e per l’agitazione mi scordo pure di lavarmi la faccia.

Tutto questo pistolotto introduttivo per dirti che la colazione è davvero importante, perciò fai lo sforzo (amorevole) di abituare tuo figlio a sedersi a tavola, sacrificagli (e sacrificati)  15 minuti di sonno, concederesti a casa la piccola grande magia di iniziare con notevole sprint la giornata.

Se sei povera di idee e arrivi al massimo a servire al tuo bambino latte e biscotti o peggio una merendina confezionata eccoti qualche idea interessante per colazioni sfiziose, naturali e nutrienti.

Ti segnalo due tipi di colazioni: una tradizionale consigliata dal professor Marcello Giovannini dell’Ospedale San Paolo di Milano nonché presidente della Società  italiana di nutrizione pediatrica (Sinupe) e una più originale proposta dal dottor Gianfranco Trapani, pediatra esperto in nutrizione e dietologia infantile.

Colazioni tradizionali:

  1. 150 ml di latte o yogurt, parzialmente scremato (dopo i tre anni va bene anche così, si può fare a meno della parte grassa), biscotti secchi (50 g), spremuta d’arancia (100 ml).
  2. 150 ml di latte o yogurt, parzialmente scremato, 4 fette biscottate (35 g) con marmellata (30 g), spremuta d’arancia (100 ml).
  3. 220 ml di latte o yogurt parzialmente scremato, merendina ai cereali (30 g), mela (200 g)

Colazioni originali:

  1. Piccoli panini integrali con prosciutto o frittatine preparate la sera prima, tè bancha (si tratta di uno speciale tè deteinato in modo naturale, adatto anche ai bimbi di tre anni), e un frutto di stagione.
  2. Uovo sbattuto con lo zucchero, allungato con latte a temperatura ambiente e un frutto di stagione con sopra un po’ di miele.
  3. creme caramel bio, un paio di fette di pane e marmellata e un frutto di stagione, accompagnati dal tè bancha.
  4. Una tazza di latte bianco con muesli biologico, se vuoi la colori con un po’ di cacao nero fondente, e del pane con la marmellata o un paio di fette biscottare col miele.

Et voilà  un bel menù ricco di alternative.

Ricordati che è importantissimo variare la colazione (non fare come mia nonna con me che non appena le dicevo: «Nonna che buona questa focaccia» me la propinava almeno per due settimane di fila mettendomela pure sotto il cuscino e quella focaccia inevitabilmente ha perso il suo appeal finendo tra i cibi “che non si possono  più vedere nemmeno in fotografia”!)

 

 

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Un commento

  1. Caro Andrea,

    i papà  saranno i benvenuti, potranno partecipare alla convention oppure seguire i pargoli per permettere alle madri di stare in santa pace. Personalmente opterei per la seconda che ho detto, però lascio al mio padre gemellare la massima libertà ….
    B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X