Casa Oasi

Ricette dal mondo: Wurstel con crauti

wurstel-crauti

 

La prima volta che ho assaggiato i wurstel con i crauti ero a Monaco, in una birreria con lunghi tavoli di legno, orchestrina dal vivo che suonava musica tipica della Baviera (mi ricordo in particolare di una canzone che si intitolava “Gladiolen”), cameriere in costume tradizionale, e tantissima gente festosa che infilava il naso in grandi boccali traboccanti di spuma di birra bionda.
Il clima era molto festoso e allegro e nel complesso decisamente folkloristico.

Questa ricetta è sicuramente una pallida imitazione del piatto che mangiai all’epoca ma il clima può diventare ugualmente festoso, specialmente se si invitano degli amici che portano la loro deliziosa birra artigianale! Prosit!!!

 

Tempo di preparazione: 30 minuti

Dosi: 6 persone

Ingredienti:

20 wurstel

1cavolo crauto

2bicchieri d’acqua

1 dito d’aceto in un bicchiere

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaio di sale grosso

Olio extravergine d’oliva

Preparazione:

1. con un coltello affilato tagliare a striscioline il cavolo crauto, dopo di che lavarlo accuratamente e metterlo in una larga casseruola antiaderente.

2. Mettere il sale e l’acqua e far sobbollire fino a che l’acqua non si sarà  consumata per metà .

3. Aggiungere il cucchiaino di zucchero e l’aceto e mescolare cuocendo fino a che l’aceto non sarà  completamente evaporato.

4. Irrorare d’olio, aggiungere un po’ d’acqua e stufare, fino a che non diventa morbido.

5. Nel frattempo grigliare i wurstel o cuocerli al forno a microonde con la funzione combi (=microonde + grill) per 5 minuti, ricordando di punzecchiarli con una forchetta o facendogli del piccoli tagli sulla superficie.

6. Servire caldi, magari con una buona birra chiara.

Buon Appetito!

Francesca Tantalo

 

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X