Notizie

Perchè i boschi e gli animali stanno scomparendo dalle fiabe

Foreste incantate, gnomi, fate dei boschi e animali parlanti, altolà . Per voi il viaggio termina qui. Spiacenti ma è necessario stare al passo con i tempi”

 

I verdi scenari delle favole che hanno cresciuto milioni di bambini del secolo scorso sono al capolinea. Sembra che non sia rimasto molto spazio per loro nei racconti moderni per l’infanzia in cui spopola  un’ambientazione tecnologica e il cemento predomina sulla natura.

 

La University of Nebraska-Lincoln ha preso in analisi 8100 illustrazioni contenute in 296 best-seller per l’infanzia pubblicati fra il 1938 e il 2008. Dalla ricerca si è rilevato che fra il 1930 e il 1960 elementi naturali e cittadini sono stati raffigurati in egual misura, mentre dal 1970 in poi si è verificata una prevalenza di illustrazioni di contesti metropolitani.

 

E’ questo veramente ciò che chiedono i bambini di oggi?

 

Spaziando dalle fiabe dei fratelli Grimm a quelle di Walt Disney i piccoli fruitori  hanno sempre risposto positivamente a cani, gatti, topolini, dinosauri, animali mitologici fino ad arrivare a personaggi fantasiosi come Harry Potter e Jack Sparrow che evocano  i quattro elementi della natura più di quanto non faccia un telefonino o un videogioco.

 

E come spiega Sergio Manfio, fondatore e direttore creativo del Gruppo Alcuni, società  specializzata in progetti per l’infanzia, è evidente che il bambino subisce il condizionamento di chi può decidere come cambiare le sorti delle favole.

 

Fonte: http://www.repubblica.it/ambiente/2012/03/02/news/natura_scompare_fiabe-30716693/index.html?ref=search

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X