Casa Oasi

Pelle del viso stanca? Ricorri alle foglie di mora!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tutto è cominciato quando i miei occhiali sono andati ko.

Stavo giocando col mio cane quando sono caduti accidentalmente e mi si è crinata una lente.

Vado in un negozio di ottica per chiedere informazioni e sapere quanto costa ripararli, ma il commesso (notando che la montatura risale -circa- agli anni ’90) mi suggerisce di provare delle montature nuove, che in questo periodo sono in offerta.

Ne indosso una e mi guardo allo specchio.
Ci sono alcuni specchi che ce l’hanno con me.

Avete mai notato che gli specchi di casa, forse perché ci conoscono o perché si impietosiscono, fanno di tutto per nasconderci alla vista i difetti che abbiamo? Bé, a quelli del negozio di ottica non gliene frega niente della mia suscettibilità : in maniera molto cruda stanno sottolineando ogni ruga,  poro,  lentiggine, millimetro quadrato di pelle stanca, occhiaie e imperfezioni.

E’ vero che ho quarant’anni, che ho partorito a giugno e sto ricominciando a dormire decentemente da solo un mese a questa parte, che l’inverno è stato lungo e che non è ancora del tutto finito, che mi ci vorrebbe un anno di vacanza e una bella cura ricostituente, ma la faccia che sto osservando in questo specchio non posso essere davvero io!

Tornata a casa afferro la mia agenda dei rimedi naturali e cerco “rimedi vegetali per pelle stanca“.

Purtroppo la maggior parte delle piante del mio giardino e del bosco sono senza foglie, fiori o frutti, quindi devo cercare ricette che riguardino piante sempreverdi o che in questo periodo hanno almeno le foglie.

Domenica stavo facendo giardinaggio e stavo sfoltendo un pò le aiuole, quindi ho accumulato un mucchietto di rami di rovo in un angolo del giardino.

Con le foglie di rovo si può fare un decotto, ideale per rivitalizzare la pelle stanca.

Ingredienti:
1 manciata di foglie di mora
1 tazza di acqua

Preparazione:

1. far bollire a fuoco basso le foglie in un pentolino di acciaio per 10 minuti;

2. coprire e far riposare fino a raffreddamento, quindi filtrare;

3. intingere nel liquido così ottenuto dei batuffoli di cotone ed usare sulla pelle del viso, del collo e delle mani.

Azione: astringente, rinvigorente per pelle inerte e stanca; si può usare per il viso, il decolleté e le mani, oppure nell’acqua del bagno.

Chi ha la doccia può intingere nel decotto un guanto di spugna e passarselo sul corpo. Si può usare anche come ultimo risciacquo per i capelli dopo lo shampoo: ridona lucentezza ai capelli.

 

al prossimo post tutto… Spa!

Francesca Tantalo

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X