Notizie

Neonati nelle scatole di cartone. Cosi` si fa in Finlandia!

neonato-scatola-finlandia

àˆ sempre interessante (a tratti deprimente) leggere come nell’avanzatissimo Nord Europa vengono affrontati temi sociali quali maternità  e famiglia.
Tipo recentemente si è parlato di come i Finlandesi facciano dormire i neonati in scatole di cartone.
Sembra un controsenso accostare un ottimo sistema di assistenza sociale con il dormire in scatoloni di cartone a mo’ di senzatetto.
Ebbene, non c’è nulla di male nel mettere un neonato dentro un’ampia scatola, corredata di morbido materasso, lenzuola e copertine abbinate.
Voglio dire, a parte il mal di schiena della mamma ogni volta che lo deve tirar fuori per allattarlo (sempre supponendo che la scatola sia per terra), non vedo alcun altro lato negativo.
Ad un neonato cosa importa di dove dorme? Se sa che la mamma è vicina, potrebbe anche starsene incastrato tra i rami di un albero e dormire pacificamente.

neonato-scatola-finlandiaTrovo l’idea dei Finlandesi semplicemente geniale, soprattutto considerando che la “scatola” esiste dal 1930 e che arriva corredata non solo da materasso, lenzuola e coperte, ma anche da un primo guardaroba unisex per i neonati, comprensivo di pannolini di tessuto.
Il corrispettivo finlandese dell’INPS invia per posta ad ogni futura mamma il pacco neonatale oppure offre un bonus di circa 140 euro per “iniziare” l’avventura dell’essere genitori.
contenuto-scatola-neonati-finlandia

L’ingegner Brambilla sostiene che, senza saper nulla dei finlandesi e delle loro politiche sociali, aveva avuto la stessa idea quando stava per nascere Matteo ma che non me l’aveva proposta certo che lo avrei mandato ad espletare alcune funzioni biologiche primarie e maleodoranti.
Se ripenso ai soldi spesi per la romanticissima culla dondolante di Matteo, penso che sarebbe stato meglio una bella scatola.
àˆ vero però che quella culla è stata tramandata da Matteo a Davide passando prima per altri quattro neonati, quindi tutto sommato sono stati soldi ben spesi.

Voi avete comprato la culla per il vostro primo bimbo? Se aveste la possibilità  di ricevere in regalo un pacco neonatale alla finlandese, lo fareste dormire in una scatola? Io si.

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

8 Commenti

  1. Sìììì!! A me è arrivata una culletta in vimini di famiglia ma non avrei avuto davvero problemi a farlo dormire un una (bellissima tra l’altro) scatola di cartone. Tanto più che in navetta (il pezzo che si attacca alle ruote) ci ha dormito circa due mesi, poi era diventato enorme e l’ho messo nella culla che, essendo una cosa vecchia e non standard, era abbastanza grandina. Due mesi in scatola di cartone non avrebbero rovinato nessuno. Ed è anche un’idea ecologica: poi butti nella carta e sei a posto. Senza bisogno di lavare, sterilizzare e dannarsi.

    1. Vero Imilesi! Tra l’altro la scatola puo` essere comunque riutilizzata se non si rovina. Insomma, i metodi per risparmiare, riciclare e riusare sono moltissimi, basta metterli in atto

  2. conoscevo già  la scatola finlandese su TV 7 (i programmi intelligenti che fanno solo la sera tardi) ci fu un bel servizio su una italiana in finlandia con la scatola e tutto il resto. Tanto per sottolineare le differenze all’interno dell’Europa. La signora in questione con 2 figli e ben 2 scatole, una volta finito di utilizzare il tutto ha passato il materiale finnico in Italia per cui la scatola di cartone è stata anche abbondantemente riciclata con annessi e connessi. Proprio ieri riflettevo sul fatto che in Italia si fa un figlio e poi si viene abbandonati. L’abbandono parte sin dall’ospedale dove con la scusa del rooming in ti fanno stare da sola con il pupo senza che nessuno venga a dirti nulla. A volte penso che sono sicuramente più evolute le tribù in africa dove una donna partorisce ed ha la tribù intorno con annessi e connessi. Questo non è un paese per vecchi ma neppure per famiglie!

  3. Ciao.
    qualcuna sa se è acquistabile questa ‘scatola’, la trovo un’idea bella e sana. Sono incinta di 7 mesi, 1° figlio, ed è davvero difficile capire cosa possa servire VERAMENTE al pupo…

    grazie!!!
    ciao

    1. ciao Paola,
      il cosiddetto “maternity pack”, cioè la scatola di cartone apposita per metterci il neonato purtroppo è attiva solo in Finlandia però credo che si possa fare un “fai da te” se riesci a procurarti una robusta scatola di cartone 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X