Diario Oasi

Mi slaccio le scarpe e cammino leggera

scarpe-per-bambini-sneakers-drunknmunky.jpeg

Ho accettato di buon grado il progetto drunkmunky, le sneakers veramente molto carine (quelle che veedete sono di Camilla ma sono tentata di comprarle anche per me, verdi. Rigorosamente verdi con banda bianca laterale) per il tema che mi hanno proposto: upside down, cambia un punto di vista, una prospettiva della tua vita.

Non poteva che cadere a pennello in questo periodo in cui ho deciso di buttarmi a capofitto in un allenamento interiore che sta contribuendo a spazzare via le scorie depositate sul fondo del mio animo forse addirittura da vite precedenti.

Sapete quelle situazioni che si incantano come un vecchio disco che gira sotto una puntina ormai da buttare via?

Quei tunnel che ti ritrovi a camminare e ti sembra di avere “già visto questo posto”?

Ecco, una situazione scomoda di questo tipo.

E io ho deciso di dire basta alla mie tendenze tossiche che spesso, ahimé, ti si cuciono addosso come una vestito aderente, talmente aderente che risulta invisibile agli occhi.

Il mio essere upsidedown è mettere sottosopra queste abitudini attraverso l’unico strumento disponibile nel regno umano: lo sforzo.

Se voglio dimagrire devo resistere ai dolci, gli alcolici, i pasti mangiati a cazzo, i carboidrati in eccesso, la pigrizia. Ecco lo sforzo, la mia controtendenza che va a mutare il corso dei miei eventi, del mio destino, del mio karma.

Se voglio trovare l’uomo che faccia al caso mio, ché sono stufa di incontrare sempre il solito insicuro, infedele, prepotente, egoista, maschilista, che mi rutta liberamente in faccia o corteggia davanti ai miei occhi la prima che gli capita a tiro o che tra una Champions League e una cenetta a due preferisce di gran lunga i fuorigioco e i fischi dell’arbitro, occorre prima di tutto che io impari ad amare me stessa, a sentirmi la vera e indiscussa regina della mia vita, a trasformare qualche causa interiore che come un navigatore farlocco mi porta sempre nelle direzioni sentimentali sbagliate facendomi sentire smarrita, e pensare che tanto in amore sono nata sfigata e morirò sfigata.

Se voglio avere più soldi occorrerà che gli dia il giusto valore, che non li sperperi, che segua i loro movimenti tellurici dal mio bancomat alla cassa del primo negozio di abbigliamento, profumeria, lingerie e che mi accorga soprattutto delle mie abilità di prestidigitazione, perché come trasformo il denaro in scontrini io nemmeno Houdini.

Se voglio avere amiche sincere devo imparare a non aspettarmi nulla da loro ma di cercare di offrire quanto di buono io possa dare a loro, al mondo. Senza aspettative e senza pretendere che siccome io la cerco sempre anche lei è tenuta a farlo. L’amicizia non è una trattativa, né un contratto. Lei nasce e basta, poi a crescerla dobbiamo pensarci noi e usare i giusti alimenti per riuscire a vederla germogliare come si deve. Nel rispetto dell’altro non nel giudizio a prescindere.

Infine, se voglio vivere felice e a proprio agio in ogni momento della mia vita devo stare bene con me stessa, senza aggrapparmi a nessun altro, senza colpevolizzare il prossimo solo perché non sono abbastanza brava a mettermi in sana discussione. E abituarmi a un allenamento importante, basilare per l’esistenza di ciascuno di noi: godersi il presente. Perché solo gustandoci il “qui e ora” e mettendo cause positive una dietro l’altra sapremo come andrà il nostro futuro.

Vivere con entusiasmo, slacciarmi le scarpe e camminare leggera. Ecco il mio meraviglioso “upside down”!

E il vostro? Qual è?

 

-post sponsorizzato-

 

 

 

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X