Notizie

La “Social Street” di Via Fondazza: meglio di Facebook!

social-street-via-fondazza-bologna

A Bologna è nata una “social street“.
Via Fondazza, con i suoi classici portici nel centro storico della città , è il luogo dove 500 persone si danno regolarmente appuntamento per connettersi di persona, non virtualmente.

Ma andiamo con ordine.
Il tutto è nato da un gruppo su Facebook creato da un giovane papà  che dopo alcuni anni di residenza nella via ha sentito la necessità  di conoscere meglio il vicinato, di recuperare i rapporti sani e diretti tra persone che condividono lo stesso ambiente al di fuori dalle proprie abitazioni.
Federico, questo il nome del creatore del gruppo, non sperava in più di una ventina di contatti e invece, sorprendentemente, se ne è ritrovati ben 500.
Il passo successivo è stato quasi naturale: Facebook avvicina le persone lontane. Ma cosa succede se le persone connesse tra loro abitano magari sullo stesso pianerottolo?
Ecco allora che i membri del gruppo di via Fondazza hanno cominciato ad incontrarsi di persona creando in questo modo una comunità  in cui viene incoraggiato il riciclo e il riuso di oggetti di ogni tipo, è stata creata una banca del tempo e un GAS (Gruppo d’Acquisto Solidale).
La social street di via Fondazza ha come obiettivo quello di connettere nel mondo reale persone in grado di aiutarsi a vicenda attraverso meccanismi pensati in un ottica di risparmio.
Non è straordinario? Passando attraverso un social network come Facebook, si è tornati all’origine, al concetto di villaggio in cui l’abilità  di ognuno veniva messa a disposizione della collettività .
Thumbs up, direbbero gli inglesi, ben fatto!

Fonte: http://www.oggi.it/focus/cronaca/2013/11/20/bologna-benvenuti-in-via-fondazza-la-prima-social-street-italiana-scopri-cose/

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X