Casa Oasi

La pulizia sta nel mezzo. Consigli da un’ossessionata per l’igiene

Pulizie-di-casa-
Vileda ha un rimedio innovativo: Vileda 100°C Hot Spray che combatte anche i batteri più persistenti (testato sul E. Coli)
Penso di essere la persona più adatta a trattare il tema della pulizia, visto che nella mia vita si è trasformato in una forma patologica-compulsiva quasi senza precedenti.
Per anni non ho fatto che girovagare per casa armata di straccio e disinfettante o di antipolvere infilato nella tasca dei jeans. Poi quando è nata mia figlia, apriti cielo, e aspirapolveri. Lei gattonava e io davanti a farle strada tra una strofinata e l’altra. Lei toccava un qualsiasi oggetto e io a lavarle le manine ogni due secondi, metteva in bocca cose inanimate e non (vi tralascio quel “non”) e io a incoraggiarla a fare gargarismi con il più feroce dei collutori.
Poi un giorno è intervenuta mia madre: “Deborah, stai rasentando dimensioni fantascientifiche. Come vuoi crescere questa bambina? La vuoi vedere andarsene in giro bardata come Michael Jackson per paura di respirare l’aria che condividerà con almeno altri due miliardi di esseri umani?!
Quando tu eri piccola ti lasciavo fare davvero tutto, nei limiti del possibile, ma proprio per questo sei sempre stata bene, pensa che una volta ti ho beccata con le mani affondate nel tuo vasino dopo che avevi fatto la popò e…”
“Ok, basta così! Capito il messaggio, mamma!” Espira, inspira, espira, inspira. Datemi un sacchetto, grazie.
“Ma da dove ti è venuta fuori tutta questa mania esagerata di pulizia?!”
“E che ne so! Mi piace l’ordine pulito in casa, mi fa stare bene, mi fa sentire detersa fuori e dentro…”
“Ok, ma una via di mezzo ti farebbe stare meglio!”
E così fu. Lo dicevano anche i latini ripetutamente che “in medio stat virtus”, che la virtù risiede nel mezzo.
Perciò con non pochi sforzi ho permesso a Camilla di esplorare, toccare, assaggiare e rinforzare il suo sistema immunitario.
Io non guardavo, preferivo dedicarmi a qualche pulizia ridimensionata per distrarmi.
E ora, sperando che non vi stiate spaparanzando dal ridere e pensare che io sia pronta per un ricovero coatto ditemi se anche voi inorridite alla vista di:

– macchie incastonate sul piano del gas;
– polvere raggruppata in nuvolette rotolanti qua e là sul pavimento come fossero gomitoli di rovi nel deserto;
– rivoli di liquidi non ben identificati che, ormai rinsecchiti, sono incollati sui pensili della cucina;
infissi costantemente invasi da impronte digitali;
tende che nemmeno in casa della famiglia Addams.

E ditemi anche come contrastate tutto questo:
a) Convivendo tranquillamente con lo sporco casalingo;
b) Usando almeno una decina di prodotti diversi per pulire e disinfettare;
c) Ustionate i batteri

Invito chiunque sia una ex compulsiva come la sottoscritta e abbia il coraggio di fare outing a scoprire il nuovo Vileda 100°C Hot Spray. Il rivoluzionario lavapavimenti con acqua ad alta temperatura, senza fili, che grazie al calore e allo speciale panno in Microfibra assicura un pulito straordinario e la rimozione del 99,9% dei batteri (testato sul batterio E. Coli). Un’assoluta innovazione, valida alternativa alla scopa a vapore – ad un prezzo davvero conveniente, 100°C Hot Spray è un prezioso alleato nelle case delle famiglie con bambini perché assicura un pulito profondo senza l’utilizzo di detergenti. Maneggevole e pratico da usare, il nuovo Vileda 100°C Hot Spray è l’ultima novità per la pulizia profonda della casa.
Vileda lancia il suo nuovo prodotto con un’ iniziativa divertente: una gara di gattonamento che vede protagonisti quattro piccoli campioni pronti a mettere alla prova l’igiene dei pavimenti. I quattro piccoli sportivi gareggiano per vincere il “Biberon d’Oro” che li attende al traguardo.

Il concept di questa campagna è “Via i batteri, vai con il divertimento” – pulizia e igiene in casa per divertirsi in famiglia.
Vileda 100°C Hot Spray lascia bimbi e genitori liberi di divertirsi grazie alla pulizia garantita. Cliccate qui per scoprirne di più.

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X