Diario Oasi

La mamma ha una memoria da elefante, così dicono. Mentre io faccio eccezione

 

mamma- memoria-elefante.jpeg

Uno studio dell’università  Carlos Albizu di Miami ha dimostrato che la capacità  di ricordare delle mamme è molto maggiore rispetto alle coetanee senza figli.

Io, invece, mi classifico come elemento che non fa statistica rispetto a questa dichiarazione, e posso dirlo con certezza, poiché in base ad un’analisi approfondita che ho compiuto negli ultimi nove anni, mettendo a paragone la mia vita a.C. (ante Camilla) e quella d.C (dopo Camilla) in cui il livello della mia memoria è colato a picco che nemmeno il Titanic.

  • Dimentico le chiavi di casa 8 volte su 10 (le due che si salvano è solo perché casualmente si trovano già  in borsa). Una vera goduria accorgersi di averle lasciate nello svuota tasche non appena  chiudo la porta alle spalle. E poi chiamo quella santa donna di mia madre che ha ben pensato di farmi un duplicato che non oso prendere in custodia perché riuscirei a dimenticare da qualche parte del mondo pure quello.
  • Arrivo a casa con la spesona e scopro di avere lasciato nel garage dell’ ipermercato la busta che contiene latte, caffè, zucchero, insomma tutte le materie di prima necessità , mica quella che traborda di cavolate tipo lo spremi aglio, l’asciuga insalata e il mattarello con i manici fissi e la parte centrale che rotola.
  • Accompagno la gnoma a ginnastica, trovo il parcheggio ideale, sono anche in anticipo e, che cavoli, stavolta vado alla grande. Poi sollevo lo sportellone del bagagliaio e…la borsa della gnoma con tuta e ricambio? La bottiglietta d’acqua? L’asciugamanino? Segue un pulviscolo di imprecazioni, devo ammettere, piuttosto pittoresche.
  • L’ombrello. Credo di avere distribuito più parapioggia io di  Brigg & Sons

Mi fermo qui con l’elenco “smemorandum”, sono sicura ci siano altri punti da prendere in esame ma… non me li ricordo.

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X