Educare

I gesti d’affetto tra mamma e papà  visti dagli occhi dei figli. Due (figlie) in particolare

Le scenate di gelosia che rivolgevo, appena 4enne, ai miei genitori erano degne del miglior film di Mario Merola. Se solo mio padre e mia madre si azzardavano a scambiarsi una carezza o un abbraccio riuscivano a scatenare in me l’ira funesta.  Mi mancava la berretta, uno scacciapensieri e la lupara siciliani e potevo essere annoverata tra i “picciotti Doc”.

Mi irritava vedere mio padre trasferire “senza pietà “ le sue attenzioni da me a mia madre, come si permetteva lei di “rubarmi” l’affetto paterno? La cosa era ambivalente: come si permetteva mio padre di sottrarmi alle braccia di mamma per sostituirsi deliberatamente a me che ero la pupilla, la cucciola, la perla di Labuan di casa vezzeggiata, stracoccolata, e venerata? E che mi fregava se alla tv improvvisamente c’era la “loro” canzone? Quella dei Platters “Only you“??

Che li attraeva come due calamite e  spingeva ad abbandonare qualunque cosa facessero per congiungersi in un ballo lento “come ai vecchi tempi”?

Davanti a me?!

Che impuniti.

Che sfrontati.

Che.

Io dall’alto del mio metro e due mi interponevo rabbiosa tra un uomo di due metri e una donna di un metro e 78, e impavida e disperata li dividevo senza rendermi conto della bellezza del momento che mi stavano regalando.

Ma la cosa all’epoca non la comprendevo non avendo ben chiaro il senso della coppia e di quanto un figlio benefici delle sane effusioni che mamma e papà  si scambiano davanti a lui.

Pure super gnoma  fino all’anno scorso vestiva i miei stessi panni “siculi” (così, giusto per tramandare l’antica tradizione).

Nessuno, e dico nessuno poteva: toccarmi, salutarmi, sorridermi, avvicinarsi.

Si è sfiorata la tragedia diverse volte, insomma.

Mi confrontavo riguardo alla mia situazione da “carcerata” con Barbara Galli durante uno dei nostri incontri in stile “Speedy Gonzales”, in quel di Bologna.

Mentre aspettavamo il nostro tavolo al Sushi Bar ho raccontato a  Barbara diversi e incresciosi episodi in cui ho dovuto sedare l’animo di Camilla che più volte si è trovata a minacciare di morte amici e parenti (oltre al padre che per lungo tempo è stato la sua “vittima” preferita).

A quel punto Barbara affettuosamente decide di darmi una mano: “ma no Cami, non devi essere gelosa se mamma e papà  si vogliono bene è una bellissima cosa!”

Camilla la guarda perplessa con l’aria di chi ha di fronte una che cerca di convincerla che gli elefanti volanti a pois verde fluo esistono per davvero.

Poi posando il suo sguardo su Bianca, l’unica figlia del suo “clan” presente in quell’occasione, le chiede: “Vero, Bianca? Ti fa piacere vedere me e Angelo abbracciarci? Eh?” attimo di suspence.

Bianca fissa la madre un po’ perplessa, poi con i suoi occhietti vispi e quell’espressione così simpatica che vorresti che tutte le figlie fossero dotate del suo stesso intreccio cromosomico esclama con convinzione: “A dir la verità , provo un certo orrore”.

 

Ok, Barbara ci ha provato e apprezzo tanto il suo gesto di solidarietà  “mammesca”.

In compenso una risata da svenire non me l’ha tolta nessuno.

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

4 Commenti

  1. Alessandro 10 anni è in quella fase in cui quando vede due persone baciarsi appassionatamente esclama inorridito che schifo! Però quando io e la sua mamma ci facciamo le coccole e baci si avvicina e ci abbraccia affettuosamente esprimendo gioia e felicità  per una famiglia che si vuole bene. Ultimamente poi con l’ arrivo di Sara questa caratteristica ha preso una piega ancor più accentuata , è diventato un fratellone affettuosissimo e tenerissimo.
    Quando io e sua madre abbiamo una discussione lui si avvicina intristito e ci prega di smettere e di fare la pace, penso che abbia un gran senso della famiglia e tenga tantissimo alla sua unità  e compattezza!!

  2. ehehehehehe… mio figlio batte tutti!!!! 22 mesi, e quando vede me e mio marito che ci abbracciamo, arriva e si infila nel mezzo….però anche lui è gelosissimo di me…quest’estate quando per scherzo abbracciavo un mio cugino, lui veniva, lo spingeva con la sua manina e diceva “no!! mio!!” riferendosi a me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X