Salute e Benessere

I consigli per una perfetta depilazione

depilazioneLa bella stagione comincia e con essa la voglia di scoprirsi e godersi il sole che bacia la pelle.
Ci sarebbe solo da gioire se non fosse per i peli da estirpare!
La depilazione è, sotto molti punti di vista, un dovere sociale. Intendiamoci, personalmente non avrei nessun problema ad andare in giro con il pelo selvaggio in piena vista, ma siccome la maggior parte delle donne attorno a me si depila con regolarità, me ne sono fatta una ragione da tempo immemore, nonostante non sia un’operazione piacevole, procedo anche io al disboscamento primaverile.

Depilazione inguinale

Il mio cruccio principale è la depilazione all’inguine. La pelle sensibile di questa zona presenta una doppia problematica: voglio una depilazione prolungata? Ceretta ma con dolore. Preferisco non sentire male? Rasoio ma poi irritazione e peli che spuntano dopo pochissimo.
Una soluzione ideale per me è la crema depilatoria: indolore e piuttosto duratura. Soprattutto comodissima quando avevo il pancione che mi impediva di avere una visuale chiara. Grazie alla crema, potevo evitare di depilarmi alla cieca con un rasoio (ahia!) o strisce depilatorie da posizionare senza vedere nulla, con il rischio di avere poi l’effetto leopardo.

Qualche consiglio

Alcune cose che non sapevo ma che ho imparato pelo facendo, sono che:
– è buona regola esfoliare la zona almeno 24 ore prima della depilazione, in modo da rimuovere cellule cutanee morte e bloccare la formazione di peli incarniti;
– non eccedere mai i tempi indicati dalla casa produttrice della crema, proprio perché la pelle della zona inguinale è sensibile;
– in gravidanza spesso la ceretta può causare rottura di capillari deboli. Ecco che la crema depilatoria diventa un’ottima sostituta.
Detto questo… buona tosatura!

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X