Educare

Festa di compleanno a sorpresa

 

Matteo ha compiuto 4 anni ad Ottobre e non appena il compleanno è passato, ci ha tenuto subito ad informarmi che per il successivo avrebbe richiesto più sforzi da parte della sottoscritta. Non che l’appena trascorso compleanno non gli fosse piaciuto, anzi! àˆ solo che dopo di quello ha partecipato ad altre feste di amichetti californiani, potendo in questo modo notare le differenze tra le celebrazioni del suo “genetliaco” rispetto a quelle dei coetanei.

 

– Alla torta di cioccolato e pere della mamma, preferirebbe un metro quadro di torta di panna e glassa con sopra una pista e annesse macchine da corsa. Meglio ancora se ci fosse su il Millennium Falcon di zucchero e canditi.

 

– Alla festicciola in casa o al parco con la mamma che organizza giochi imbarazzanti gradirebbe molto di più che venissero coinvolti personaggi “cool”, come Anakin Skywalker e il Clone Capitano Rex o come al compleanno del suo amichetto J, dove un tipo aveva portato rettili e anfibi da far accarezzare ai bambini”

 

– Meglio ancora sarebbe andare nel posto dove si affittano i “castelli gonfiabili” e dove ci si può sbizzarrire in percorsi ad ostacoli in queste montagne e labirinti di gomma piena d’aria compressa.

 

Il problema è che ad ogni festa di compleanno nasce in lui un nuovo desiderio e quindi una nuova richiesta. Se potessi strozzare le mamme dei bambini che scelgono di volta in volta attrazioni sempre più esorbitanti per compiacere i figli, lo farei più che volentieri.
Intanto oggi è il 9 Maggio e sono esattamente 189 giorni (festivi inclusi) che Matteo fa programmi e poi li disfa, per la prossima festa di compleanno.

 

Io intanto cerco di inventarmi una plausibile spiegazione per farmi dare l’OK dall’ingegner Brambilla, al quale devo far passare per accettabilissima la spesa di (almeno) 500 dollari per il quinto compleanno di Matteo.

Mentre mi arrovello, ecco che mi cade l’occhio su un articolo in rete…Clown a pagamento : un certo Dominic Deville, di origini svizzere, ha messo su un’impresa negli States di intrattenimento nelle feste di compleanno per bambini.
Dominic si traveste da clown demoniaco e per tutta la settimana prima del compleanno, insegue e perseguita con minacce telefoniche e lettere minatorie, il futuro festeggiato.

Il giorno della festa Domenic si presenta con il suo costume più terrificante e attua la sua minaccia, tirando una torta alla panna in faccia al festeggiato.
I genitori pagano e sono tutti felici e infartuati. L’intraprendente e terrorizzante clown tiene a far sapere ai futuri clienti, che lo “stalking” viene perpetrato con molta delicatezza: al primo cenno di vero disagio del bambino o dei genitori, il tutto viene sospeso.

Io sono un tantino allibita. C’è da dire che dopo una tale esperienza si possono avere due diversi risultati:

1 il bambino si diverte un sacco e quindi al successivo compleanno vuole l’intero cast dei Morti Viventi a cantargli “Happy Birthday”.

2 il bambino rimane a vita traumatizzato e al solo nominare compleanno e clown, prenota subito una seduta dall’analista.

 

Mi chiedo se i genitori possano essere arrestati per violenza psicologica nei confronti dei figli… perché non sarebbe comunque un’idea da scartare completamente, quella del clown, intendo. Humm…mi chiedo quanto costi”

 

Volete vedere il clown in questione? Da far impallidire IT di Stephen King”

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

7 Commenti

  1. Tu vivi in Party Mamas!!!! Cavolo, pensavo fosse un’esagerazione ma evidentemente no!!!
    Comunque anche Ida, residente all’Ameno Paesello che consta di 7000 anime scarse, si comporta così: la festa dei 5 anni sta diventando sempre più faraonica. O_o

    1. Io penso che festeggiare un giorno cosi` speciale, facendo sentire tuo figlio/a al centro dell’attenzione, sia una cosa bella… ma con dei limiti, altrimenti ho paura che diventi assolutamente diseducativo, non credi anche tu?

    1. cara Miki proprio una bella idea quella di festeggiare il compleanno di tuo figlio al Museo di Scienze Naturali. Come unire l’utile al dilettevole. Grazie per le info, hai dato una buona idea a qualche altra mamma torinese 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X