Notizie

Crescere con un Pet

Quale bambino non ha mai chiesto un pet? Anche io l’ho chiesto a mio tempo, milioni di volte, incessantemente, pregando, implorando, facendo promesse rocambolesche, cercando di persuadere con lacrime profuse i miei genitori.
Anni di tentativi ed energie spese esplorando ogni tipo di strategia per ricevere il tanto agognato pet.
Posso dire di avere ottenuto un risultato ad un certo punto: un giorno mi è arrivata una boccia-ecosistema con dentro un’alga, un pesciolino rosso e una cozza d’acqua dolce. Non scherzo, era proprio una cozza e l’ho chiamata Guendalina, mentre il pesciolino era Piero e l’alga Olga… lo so, fate finta di niente…
Non posso negare di aver osservato perplessa l’improbabile trio e di essermi chiesta dove la mia strategia “scassa maroni” avesse fallito.
A distanza di quasi 25 anni ancora non l’ho capito.
Ad ogni modo avevo richiesto una creatura da compagnia e ne avevo ricevute ben tre, non male, vero? Devo dire che nel trio quella piena di vita, fonte dell’unico rumore (un sordo “toc-toc”) era Guendalina che ogni volta che faceva schioccare le valve, rotolava giù dalla montagnetta di sassolini su cui ogni mattina la piantavo.
Ad ogni modo, dopo un primo momento di perplessità, devo dire di aver preso molto a cuore l’interazione delicata del mio ecosistema di squinternati. In fin dei conti la loro salute dipendeva anche da me e dalle cure che ero in grado di fornire loro.
I miei sforzi hanno portato alla morte prematura di Olga, divorata da Piero che ci ha lasciati dopo pochi giorni, morendo probabilmente di indigestione.
L’unica che è campata per 3 mesi è stata Guendalina, il cui scopo però era quello di filtrare il sudiciume degli altri due coinquilini. Venendo a mancare la fonte del suo cibo (bleah!!), Guendalina si è spenta per stenti, una mattina di Luglio, così, con il piede bianchiccio penzoloni dalle valve semi aperte.
Il trio è stato piamente sepolto in giardino.

Ora, a prescindere dalla mia storia alquanto, come dire, particolare, l’esperienza di avere un animale a quattro zampe (ma assicuro che pesci rossi e cozze sono in grado di fornire altrettanto affetto… ) sia importantissima per lo sviluppo del senso di responsabilità, di affetto, cura e socializzazione dei bambini.
Prendersi cura di un animale è il primo passo per imparare a rapportarsi empaticamente con il prossimo ma avere un cane o un gatto in casa non è uno scherzo e bisogna essere preparati.
Ecco che allora MysocialpetFattoreMammaVetsforPets Onlus promuovono il 19 Settembre un evento importantissimo, “Crescere con un pet”.

L’evento è stato reso possibile anche e soprattutto a PURINA che con “A Scuola di PetCare®”, estesa campagna nazionale di educazione pet care attiva dal 2004, è da tempo impegnata a coinvolgere bambini e genitori nel mondo degli animali da compagnia.
L’evento è stato sviluppato in collaborazione con le principali associazioni veterinarie in Italia – SCIVAC (Società Culturale Italiana Veterinari per Animali da Compagnia) e FNOVI (Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani) e con il patrocinio di ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), fa cultura sul possesso responsabile e sul ruolo del Medico Veterinario e coinvolge ogni anno 50.000 bambini e le rispettive famiglie. Per maggiori informazioni visita www.purina.it.

L’evento, patrocinato dal Comune di Milano, prevede una tavola rotonda rivolta ai genitori mentre numerosi appuntamenti dedicati alla famiglia e ai bambini, saranno oggetto degli incontri pomeridiani come il laboratorio creativocostruisci il tuo animale preferito“, in cui i bambini saranno guidati da animatrici esperte nella realizzazione del loro animaletto preferito con l’utilizzo di piatti di carta e di plastica.
Accanto all’aspetto più ludico, ci sarà anche la possibilità di seguire un laboratorio educativo, con Manuela Michelazzi, veterinaria comportamentalista, che, accompagnata da due bellissimi cani adottati dai rifugi, dimostrerà ai bimbi il corretto approccio ad un cane e delle semplici regole base per stabilire un buon rapporto.
Numerosi gli interventi di esperti come la psicoterapeuta Michela Romano, la veterinaria comportamentalista Emanuela Valena e il direttore del reparto di Pediatria dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano, Luca Bernardo.

L’evento è GRATUITO ma è indispensabile l’iscrizione: per ogni informazione inerente all’iscrizione e al programma, visitate il sito www.crescereconunpet.com 

Cosa faranno gli Sponsor in occasione dell’evento:
Purina offrirà alle mamme blogger un incontro riservato su come promuovere i benefici della relazione tra persone e animali da compagnia fin dai primi anni di vita. Un viaggio nell’educazione dei bambini alla conoscenza, cura e rispetto dei pet.
Ai bambini dedicherà il Gioco dell’oca di “A scuola di petcare” – domande e prove sul tema pet per scoprire il magico mondo degli animali da compagnia.
E agli amici a quattro zampe offrirà degli snack

Il Gruppo Bancario IBL Banca sarà presente con uno stand dedicato in cui saranno a disposizione delle t-shirt su cui sarà possibile scrivere il proprio nome e personalizzare il bassotto, testimonial della campagna RataBassotta

 

 

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X