Educare

Creatività& Disastri S.p.A quando i bambini fanno impazzire

Ho bisogno urgente di rispondere ad una mail, in inglese: doppia concentrazione quindi!

Davidino però mi ronza attorno sbraitando frasi incomprensibili che implicano un treno, del cioccolato e le mutande di Matteo (non voglio nemmeno soffermarmi sulle drammatiche implicazioni che questi tre oggetti messi insieme possano avere). Le mie futili richieste di avere un po’ di silenzio e tranquillità  esitano solo in un bombardamento a tappeto di mattoncini di Lego. Una madre stanca che non può fermarsi, ecco cosa sono.

I miei due poveri neuroni vanno in tilt totale e senza pensare a cosa sto dicendo, spedisco Davidino in bagno a lavarsi le mani.

Voi non lo sapete, ma Davide e Bagno, sono due entità  che non devono coesistere nello stesso piano spazio-temporale, a meno che un adulto sia presente per supervisionare. Davidino in bagno ci va solo per scopi criminosi… e io che faccio? Ce lo spedisco!
Folle!!

Davidino recepisce la richiesta della mamma, smette all’istante di parlare e lanciare Lego e sparisce in bagno, probabilmente incredulo di un’occasione d’oro simile.

Io, ignara (e rimba), scrivo la mia mail in inglese; c’è così silenzio che ne approfitto per rispondere ad un messaggio su Skype e addirittura su Facebook. C’è così silenzio… troppo silenzio… OK, il fracasso di questo silenzio è foriero di immani disastri.

Mi faccio forza, un respiro profondo e vado in bagno. Non so se avete bisogno di una descrizione di ciò che ho trovato… la foto parla chiaro, ma in caso non si capisse, Davidino si sta lavando i denti con la mia spazzola dopo averci spremuto sopra mezzo tubetto di Colgate… l’altra metà  è sul pavimento.

Che dite, il Colgate potrebbe risolvere il problema di capelli fragili, che si spezzano facilmente, senza volume e luce?

O forse spedire Davidino in un riformatorio per pannolini selvaggi, potrebbe risolvere la questione alla… radice?

 

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

12 Commenti

  1. ecco magari il piano era farti una sorpresa, magari pensava che saresti stata contenta. insomma non facciamo un processo alle intenzioni del piccolo.

  2. Oddio ho lecrime dal ridere….avrei voluto vedere la tua faccia quandol’ hai beccato con la spazzola ed il dentifricio, tutto sommato ti è andata bene dai, poteva decidere di utilizzare anche quello per terra con una ciabatta o con lo scopettino del vicci.
    Decisamente Davidino ha bisogno della continua assistenza di un grande quando si avvicina al bagno e comunque è una cosa abbastanza comune, anche Alessandro per quando tranquillo e pacato, alcuni dei suoi più grandi disastri li ha fatti in bagno.

    1. Il Bagno, luogo di infami crimini… Comunque la spazzola per i capelli e lo spazzolino da denti li ha usati spesso e volentieri come scopettini da cesso… che ti credi…
      La mia faccia, dici? Ero più o meno cosi` O_O, dopo un secondo stavo per esplodere in urla di rabbia ma poi ho pensato all’occasione di questo post e quindi gli ho detto: “Amore, stai fermo li che la mamma ti fa una foto… poi ti accoppo”. E lui “Si, mammina”.
      Cosi` oltre ad avere un bel post sull’Oasi, ho anche le prove del misfatto commesso: nessuno puo` contestarmi l’ira funesta, scatenata dopo.
      Scherzo… mi sono “sgonfiata’ dopo che gli ho fatto la foto… che demonietto!

  3. Daaai!
    Ma che rideeeereee!
    Me l’aveva raccontata la Nonna Volante ma l’ho anche letta e mi ha fatto ridere da morire!
    Anche io credevo avrebbe usato lo spazzolone del wc…meno male che non l’ha fatto! vedrai, i tuoi capelli ne gioiranno! 😉
    Senti ma mi devo preoccupare per il mio abito da sposa?
    Già  ho immaginato uno scenario con vomitino di nipotino acquisito in fasce…devo aspettarmi anche qualche disastro da Dadolino? 😉
    Cmq….è un genio, lo adoro….Mr Creativity!!!
    Potrebbe vincere il premio Mister Pannolino Creativo…daaai potrebbe essere una novità  dell’Oasi
    Indetto il premio Pannolino Creativo, mandateci le vostre foto, la più originale vincerà  l’occasione di scrivere un post tutto! 😉

  4. ok, se aprono il riformatorio per pannolini selvaggi ci mando anche i miei gemelli……….a Coco piace un sacco aprire l’acqua forte forte e paintarci la mano sopra per vedere come schizza bene l’acqua dappertutto e bagnare le sue sorelle. dall’ultima volta ho un lavandino otturato che non c’è verso che l’acqua scorra via ed il bello è che non so cosa ci abbiano messo!!!!!
    Eli

  5. “Mi faccio forza, un respiro profondo e vado in bagno”, è un mantra che tutte le mamme di piccoli creativi conoscono bene! Gli istanti prima del momento in cui sai che dovrai muoverti come la più lucida delle Mary Poppins!!!

    1. Verissimo! Quanto vorrei essere Mary Poppins alle volte…vorrei anche avere il suo borsone, quello da cui tira fuori di tutto: il mio sogno segreto inconfessato…. appena confessato. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X