Casa Oasi

Cosa cucino oggi? Insalata di polpo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’ho già  detto che mio figlio è strano, vero?

Deve aver ereditato dal ramo ligure della famiglia, perché va matto per il polpo bollito e condito con olio e limone. Se mio nonno fosse ancora fra noi ne sarebbe estremamente orgoglioso, perché lui li pescava e tornava alla mattina, dopo aver ormeggiato la “Giovanna”, la sua piccola barca,  con le mani nere d’inchiostro ed un piccolo secchiello da cui fuoriuscivano i tentacoli grigiastri. Questa ricetta è, infatti, del mio papà  a cui va dato merito perché è un metodo molto rapido per cuocere il polpo, ed estremamente facile per un risultato strepitoso. Infatti per tutta la cena, la frase che si sente più spesso è: “accoa polpo!”.

Indovinate di chi si tratta?!

Scheda della ricetta:

Tempo di preparazione: 1 ora
Dosi: 4 persone
Ingredienti:
1 polpo da 1 Kg
Aglio, prezzemolo, sale e pepe, olio extravergine d’oliva, succo di ½ limone

Preparazione:

1. Mettere 2 dita d’acqua nella pentola a pressione ed immergervi il polpo;

2. Cuocere per 30 minuti da quando comincia a fischiare;

3. Nel frattempo preparare un battuto d’aglio e prezzemolo, porlo in una ciotolina insieme a 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, il succo di limone, sale e pepe e mescolare bene;

4. Al termine della cottura far raffreddare il polpo e poi pulirlo (io ci tolgo il piccolo rostro al centro dei tentacoli, tutte le ventose, la pelle e le callosità ; rovescio la testa e pulisco il suo interno eliminando lo stomaco e la sacca dell’inchiostro. Se inorridite al pensiero di cimentarvi in una pulitura simile affidatevi al pescivendolo di fiducia. Ci penserà  lui a fare il lavoro sporco);

5. Tagliarlo a pezzi, metterlo in un’insalatiera e condire con il battuto d’aglio e prezzemolo.

Variante: volendo si può unire al tutto qualche pomodoro ciliegino tagliato a metà  e qualche patata bollita.

Buon appetito!

Francesca Tantalo

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X