Notizie

Con un intervento straordinario, dottore misterioso salva neonato

Questa è una storia a lieto fine, lo dico subito, ma per come è cominciata nessuno avrebbe potuto sperare nulla di buono.

Il piccolo Jake era senza speranza

Jodi Baker e Brian Willett sono i genitori del piccolo Jake, nato prematuro nel settembre del 2011, e che ad un mese di vita si trova in punto di morte per una gravissima infezione intestinale (enterocolite necrotizzante) e per altre malformazioni ad alcuni organi interni.

Jodi e Brian erano in ospedale a dare l’ultimo saluto a Jake, quando un dottore, sentendo la disperazione dei genitori, si è fatto avanti proponendo loro un intervento chirurgico mai eseguito prima, assolutamente non convenzionale, che dava, per di più, pochissime possibilità  di sopravvivenza al neonato.

Voi cosa avreste scelto? Tentare l’impossibile o accettare la realtà ?

Un intervento chirurgico straordinario

Jodi e Brian hanno acconsentito all’intervento di emergenza, attaccandosi ad una flebile speranza. Il dottore ha quindi eseguito due incisioni lungo l’addome del piccolo, ancora all’interno dell’incubatrice. Ha poi inserito due guanti sterili, del tipo che si usano in ospedale, per mantenere le incisioni aperte e permettere in questo modo ai fluidi infetti di essere drenati.

Gli inglesi chiamano questo modo di agire “out-of-the-box-thinking“, pensare fuori dalla scatola, fuori dagli schemi. L’inusuale intervento ha funzionato e ha dato al piccolo Jake abbastanza tempo ed energie per essere trasferito in un ospedale di Londra dove ha poi subito un’ulteriore serie di interventi chirurgici per risolvere, tra l’altro, un’insufficienza epatica e cardiaca ed edema cerebrale.

Oggi Jake ha 16 mesi, sta molto meglio e i medici prevedono un completo recupero.

Ma chi è il dottore che ha operato questo miracolo? Non si sa con certezza. Apparentemente si tratterebbe di un medico in visita presso l’ospedale in cui Jake era ricoverato e di lui non si sa molto perché, poco dopo l’intervento miracoloso, aveva già  lasciato l’ospedale.

Sembra quasi la sceneggiatura di un film, vero?

Sul Daily Mail, giornale online inglese che tratta la notizia, si chiede a chi avesse informazioni sul “Buon Dottore Samaritano” di contattare un apposito numero: i genitori vorrebbero poter ringraziare adeguatamente l’uomo che, con un intervento che oserei quasi definire alla “MacGyver”, ha permesso al loro bambino di vivere.

Fonte: http://www.dailymail.co.uk/health/article-2263327/Mystery-doctor-saves-baby-Jake-Willetts-life-Medway-Hospital-Kent-disposable-rubber-gloves.html#ixzz2IqRaawDH

Articoli correlati

Etichette
Vedi altro

Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Un commento

  1. la cosa che mi lascia perplessa da addetta ai lavori e’ che qs dottore fa incioni sul bambino da solo,senza anestesia in una incubatrice?no,capiamoci….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato Adblock

Disabilitando Adblock ci aiuti a mantenere in piedi il nostro progetto. Grazie!
X