Home » Salute e Benessere » Alimentazione » Gravidanza » “Non sono capace di curarlo”, mamma vuole abbandonare suo figlio neonato

“Non sono capace di curarlo”, mamma vuole abbandonare suo figlio neonato

mamma vuole abbandonare neonato

Mamma vuole abbandonare suo figlio di un mese perché non si sente un bravo genitore. 

È di questi giorni la notizia di una donna che ha cercato di abbandonare suo figlio di un mese in ospedale perché non sarebbe stata in grado di prendersene cura. E’ accaduto all’ospedale San Paolo di Savona, dove una neo mamme si è presentata con il proprio bimbo appena nato dicendosi preoccupata perché non mangiava. Appena i medici hanno preso in carico il piccolino, la signora ha cercato di svicolarsi e di lasciarlo lì. Un comportamento che certamente ha destato sospetto tra i dottori: la donna disperata ha raccontato tra le lacrime di non sentirsi sufficientemente capace di prendersi cura del bambino e che sarebbe stato meglio darlo a qualcun altro.

Da madre e da donna che ha sofferto di depressione post partum posso dire: cazzo.
Scusate la parolaccia, ma è così che reagisco di fronte a queste notizie. Certo, molto meglio che abbia avuto il coraggio di chiedere anche se indirettamente aiuto piuttosto che pensare a gesti estremi, ma mi viene da pensare che questa donna probabilmente avrà lanciato dei segnali già in gravidanza e che nessuno li ha voluti cogliere. Di solito i corsi pre parto dovrebbero preparare alla maternità ma mi pare che questo non accada. Oppure, può essere che si sia resa conto dopo aver partorito che qualcosa non andasse. In questo caso: ha avuto un supporto? Il papà e la famiglia d’origine dove stanno?

A qualche giorno di distanza, Amnon Cohen, primario del reparto di pediatria, ha dichiarato che la signora sta meglio e che la situazione sta migliorando a vista d’occhio. Certo, sicuramente una storia a lieto fine, ma cosa avrà provato quella poveretta in quei 30 giorni di agonia? E’ facile dire che adesso tutto si sta risolvendo per il verso giusto, ma perché non c’è stata una rete precedente? Non è vero che la gravidanza e la nascita sono i momenti più belli della vita. Possono essere anche un inferno,  da cui però si può uscire. Bisognerebbe però fare in modo di non entrarci (magari).

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Oasi Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.