Home » Casa Oasi » Amate le lunghe distese sotto il sole? Ecco due accessori interessanti…
Approfitta dei Saldi Thun

Amate le lunghe distese sotto il sole? Ecco due accessori interessanti…

lettini-da-campeggio-uno-piu-camp-cot.jpeg.jpeg

Altolà cari campeggiatori, amanti del plein air, delle vacanze a cielo aperto ma con qualche comodità casalinga, o voi care “lucertole” che adorate la lunga esposizione al sole su confortevoli sedute a godervi un aperitivo pre tramonto o una lettura di un buon libro, abbiamo scoperto un paio di lettini comodissimi: uno ispirato niente meno che a quelli usati da Napoleone Bonaparte durante le sue campagne e in seguito dall’esercito italiano durante la prima guerra mondiale, l’altro è componibile e versatile sia per interni che esterni. Ma andiamo per ordine: il primo è il Camp Cot di UnoPiù,  una brandina che poco ha a che vedere con quelle che usavo io che dopo qualche ora di sonno su una di loro mi svegliavo con le vertebre in frantumi e il sedere che sfiorava a terra.
Questa brandina ha solo il caro vecchio nome in comune con il lettino da campeggio pieghevole e che ti faceva rimpiangere il materasso del tuo letto.
Si può utilizzare al mare, in piscina, in campeggio ed è rivestita con un tessuto morbido al tatto. Il suo creatore, il designer Jamie Durie (questo signore belloccio che vedete qui sotto) ha creato una struttura in teak e acciaio con tessuto morbido, traspirante e resistente ai raggi UV.

jamie-durie-camp-cot.jpeg

Un’altra seduta interessante è quella che fa parte della collezione Deauville creata da Meneghello e Paolelli Associati: lounge componibile che si adatta sia per ambienti esterni che interni (qui sotto sempre i creatori, anche loro giovani e avvenenti e le loro sedute componibili):

Deauville-Meneghello Paolelli Associati



Questo post è spudoratamente sponsorizzato. Sappiatelo. Ma ci piacevano molto queste sedute e quando qualcosa ci piace molto la promuoviamo, semplicemente…

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *