Home » Casa Oasi » Dietro a una donna disperata ai fornelli c’è un alleato felice: Multicooker
Approfitta dei Saldi Thun

Dietro a una donna disperata ai fornelli c’è un alleato felice: Multicooker

patate-fritte-multicooker-de-longhi.jpeg

C’era una volta donna felice, in cui nella fase “pre figlia” amava condividere un po’ del suo tempo con i fornelli. Con loro aveva un bel rapporto: sereno, equilibrato. Era la sua piccola comfort zone in cui si rifugiava dopo il lavoro, la sua dimensione meditativa dove si sbizzarriva a creare o riprodurre ricette e ricettine che prendeva dai vari abbonamenti di riviste a tema.

Poi è arrivata la figlia, e la  sua passione per i fornelli, sentendosi tradita, ha preparato di soppiatto le valigie abbandonandola e sbattendole pure la porta in faccia.

I fornelli divennero talmente ostili nei suoi confronti che ogni volta che lei si avvicinava a loro sentiva aroma  di repulsione.

Dalle mille idee da preparare a tavola, la povera donna divenuta mamma era arrivata a coltivarne appena sei, sette per essere ottimisti, e lei, la povera donna/mamma, si vide costretta a presentare alla famiglia un menù settimanale fisso che nemmeno nella peggiore trattoria di Caracas a mezza punta di stella.

La fantasia in cucina aveva miseramente lasciato la povera donna/mamma sul ciglio della strada come un cane indesiderato e al pensiero di mettersi a cucinare la spingeva ogni volta a scegliere di voler leccare molto più volentieri il parquet di casa sua con la lingua.

Insomma, era arrivata alla fase della para casalinga ultra disperata che darebbe il proprio regno per un cuoco.

E poi all’orizzonte scorge la speranza: Multicooker De’Longhi, un ritrovato robotico domestico che cuoce, frigge, sforna e griglia in modo semplice, veloce e sano! È dotato di una pentola con mescolatore automatico, un vero e proprio forno elettrico ventilato, una friggitrice low oil ed un barbecue elettrico, olé! E lui semplificherebbe la vita in cucina e salverebbe la povera donna/mamma da terapia certa. E’ semplice da utilizzare, fa risparmiare tempo e assicura un pasto dignitoso. Al solo pensiero di averlo la donna/mamma visse felice e contenta.

Qualcuna di voi ce l’ha in casa?

Mentre vi aspetto vado a preparare la letterina a Babbo Natale….


in collaborazione con De longhi 

 



Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *