Home » Salute e Benessere » Difendersi dalla Dermatite Atopica

Difendersi dalla Dermatite Atopica

dermatite-atopica-Laevia.jpg

Quando ci siamo spostati dall’Australia alla California ero convinta che tra tutti, l’unico che non avrebbe avuto problemi di adattamento sarebbe stato Davidino visto che aveva solo 5 mesi.
E invece, in un certo senso, mi sbagliavo.
Nel giro di poche settimane dal nostro arrivo in US ho cominciato a notare sulle sue gambine e nell’incavo dei gomiti, delle placchette di pelle secca ed arrossata che lui puntualmente si grattava fino a farla sanguinare.
Siccome sono una mamma estremamente equilibrata e razionale, ho cominciato subito a stilare una lista di infezioni batteriche, fungine, parassitarie e virali che potevano essere la causa del male che affliggeva il mio bambino.
Non vi dico quando ho messo mano su Google… il prurito di Davide era improvvisamente diventato uno dei segni dell’Apocalisse.
Poi l’ingegner Brambilla mi ha “suggerito” di rivolgermi al pediatra.

Dermatite atopica, ecco la diagnosi. Niente di drammatico, intendiamoci, ciò nonostante si tratta di un disturbo da trattare al più presto prima che riacutizzazioni e infezioni secondarie possano peggiorarne la condizione.

Nel caso di Davide il cambio di clima, da mediamente umido di Sydney al secco del sud della California, sommato probabilmente ad una certa predisposizione, sono state le cause dello scatenarsi della dermatite atopica.
La cute è una barriera straordinaria e prima difesa dell’organismo. Il mal funzionamento causato da questo disturbo provoca disidratazione e conseguente irritazione con prurito e predisposizione ad infezioni secondarie che menzionavo precedentemente.
Cosa fare?

L’approccio migliore, prima di arrivare all’utilizzo di farmaci topici, è il trattamento diretto della cute con prodotti che favoriscano l’idratazione, dando così la possibilità alla cute di ripararsi e ritrovare la sua naturale resistenza.

Di prodotti buoni ce ne sono molti e tra questi uno dei migliori è a mio parere Laevia, con un approccio in tre fasi in cui si utilizzano i Sali da bagno, il Detergente Delicato e la Crema Lenitiva.
L’idratazione è la chiave di volta del problema: mantenere pulita e idratata la pelle danneggiata, è il primo passo per rompere il circolo vizioso della Dermatite Atopica.

-Post sponsorizzato-

 

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.