Home » Notizie e Lavoro » Notizie » 50 Sfumature… imbarazzanti per Dakota Johnson

50 Sfumature… imbarazzanti per Dakota Johnson

Dakota Johnson

Noi genitori ci lamentiamo sempre dei figli che ci mettono in imbarazzo, ce ne combinano di tutti i colori e ci tirano scemi dalla mattina alla sera.
Pare quasi che le uniche vittime al mondo siano i genitori e i figli nascano con l’unico scopo di martirizzarci!
Ma non è vero! Beh, diciamo che ogni tanto può capitare. OK, molto più spesso di ogni tanto. E va bene: se penso a Davide forse mi capita un giorno si e l’altro pure, ma insomma il punto è che non sono solo i figli a metterci in imbarazzo, alle volte siamo noi genitori i colpevoli, facendo loro desiderare di essere orfani in cerca di una famiglia adottiva.
Sono sicura che se ci pensiamo, ognuno può tirar fuori perle e chicche del proprio passato in cui mamma o papà ci hanno fatto arrossire, vergognare e desiderare di avere una pala in mano (indecisi se usarla per scavarci la fossa o per tirarla in testa al genitore inopportuno di turno).

Secondo me non si salva nessuno, nemmeno una star del cinema famosa e affascinante come Dakota Johnson che ha superato ogni imbarazzo girando scene sensuali con il super hot Jamie Dornan in 50 Shades of Grey, per poi cadere vittima della propria madre niente poco di meno che sul red carpet nella notte degli Oscar.
Dakota, per chi non lo sapesse, ha illustri genitori: gli attori Don Johnson e Melanie Griffith.

Melanie è stata una bella donna e una passabile (a mio parere) attrice. Ora mi pare più una che striscia da un bar all’altro, con ripetuti pit stop dal chirurgo plastico.
A dare il via ad una serie di momenti super imbarazzanti è la giornalista, piazzata come un avvoltoio all’ingresso del Dolby Theater, che chiede a Melanie Griffith cosa ne pensa della sua “piccola bambina”, attrice famosa.
Dakota maschera lo shock di sentirsi dare della “little girl” come se davanti a lei ci fosse la maestra d’asilo, con una risata un po’ nervosa e probabilmente spera che lo strazio appena cominciato, termini all’istante.
E invece no.
Di solito una mamma, quando viene interrogata a proposito dei suoi figli, è piuttosto loquace, o per lo meno ha la risposta pronta e comincia ad elencare le cose che più apprezza delle sue creature.
Voglio dire, ti presenti sul red carpet con tua figlia che attualmente è una delle attrici di cui si parla maggiormente e non ti prepari alla domanda “cosa ne pensi della tua bambina?”.
No, non si prepara. Melanie, che sembra appena reduce da un tetê à tetê con svariati Martini, non trova niente di meglio di: “Non voglio dire che sono orgogliosa perché lo dico sempre e non sembra abbastanza ma… si, sono tanto orgogliosa”.
Tanto di cappello all’eloquenza e soprattutto alla naturalezza che sprizza da ogni piega del suo silicone facciale.

Dakota Johnson si contiene con un sorriso di circostanza ma poi arriva la mazzata.
La giornalista avvoltoio chiede se la mamma è andata a vedere 50 Shades of Grey e Melanie dichiara serenamente “no e non credo che lo vedrò”.

Ecco, la figlia non ce la fa più e scatta perdendo l’aplomb tenuto insieme faticosamente fino a quel momento.
“Certo che lo vedrai, un giorno magari” dice Dakota Johnson.
“No, non credo, sarebbe strano…” prosegue imperterrita Melanie
“No, non è strano, va bene… credo che un giorno sarai pronta a vederlo” la interrompe Dakota, che a questo punto ha perso sorriso e occhio languido da Anastasia Steel arrapata.

La giornalista starà probabilmente pensando che piuttosto di continuare l’intervista di madre e figlia, preferirebbe essere mandata come inviata speciale in Siria.
Evidentemente però la tensione che si respira le annebbia il cervello e invece di cambiare discorso, rincara la dose: “Beh Dakota è veramente brava.. ok, ci sono quelle scene li…”.
Melanie interviene di nuovo e affonda il coltello nella piaga: “Si lo so è un’ottima attrice e non ho bisogno di vedere il film per saperlo”
Date a Dakota Johnson un lancia missili al posto della pochette perché si intona meglio con lo sguardo assassino che lancia alla madre.
“E vabbè… se non vuoi vederlo non lo guardare!” Sbotta.
melanie-griffith-dakota-johnson-oscars-red-carpet-2La giornalista, a cui dovrebbe essere dato un Oscar per la stimolazione afrodisiaca dell’imbarazzo generale, prosegue: “Beh, si… sarà per via della stanza rossa…”
“Non c’è nessun problema, è un film, lei (la madre) lo sa cosa significa”, conclude Dakota, probabilmente chiedendosi se la madre sia mai stata un’attrice vera che sa cosa significhi la finzione cinematografica o invece sul set lei era quella che portava il caffè mentre la controfigura girava i suoi film.

Melanie secondo me è imbarazzatissima, ma dati gli strati di silicone e cerone che si ritrova in faccia, è difficile leggere le emozioni sotto quell’espressione da baccalà impagliato.
“Se lei mi dice di guardarlo, lo guardo”.

Ecco, poi tutti a dire che Anastasia Steel è un personaggio sottomesso, violentato, soggiogato dal dominatore Dornan. Altroché! Eccola li Ana/Dakota che tira fuori gli artigli e con 4 battute al vetriolo bacchetta la madre rincoglionita che non ha il buon senso, né tanto meno il buon gusto, di dire davanti alle telecamere che andrà a vedere il film che sta rendendo famosa sua figlia.
Una madre che prima dice che è orgogliosa della figlia e poi si contorce nell’imbarazzo davanti al ruolo da lei rappresentato su un set cinematografico.
Pollice verso per Melanie a cui forse dovrei scrivere i testi io per le prossime interviste, che dite?

 

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

Un commento

  1. Mi hai fatto morire dalle risate! Sto ancora soffoccandole per non svegliare Leo! Sì è vero capita spessissimo che i figli ci facciano soterrare! Qui caso inverso…però a quello che ho letto sui giornali Dakota aveva dato ordine ai genitori di non andarlo a vedere proprio per le scene hot. . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.