Home » Salute e Benessere » Carta d’identità dei segni zodiacali: Scorpione
Approfitta dei Saldi Thun

Carta d’identità dei segni zodiacali: Scorpione

scorpione

Cari amici dello scorpione ecco la vostra carta d’identità!

Dal 23 ottobre al 22 novembre

Pianeta governatore: Plutone, a partire dal 1930. Anticamente era governato da Marte.

Elemento: Acqua (parola chiave EMOZIONE INCONSCIA)

Periodi dell’anno di forza: quando il cielo plumbeo invita all’introspezione e all’indagine profonda.

Colori che danno forza: ocra, rosso cupo, viola.

Principali caratteristiche: ottavo segno dello Zodiaco. Come secondo Segno d’Acqua rappresenta il passaggio tra le Acque del Grembo Materno del Cancro (primo segno d’Acqua) e quelle dell’Oceano Divino dei Pesci (ultimo segno d’Acqua). Le sue sono quindi le Acque Emozionali Inconsce delle Forze Umane che tentano di fondersi l’una con l’altra per raggiungere uno stato dell’Essere ancora umano ma che si avvicini nella sua profondità all’Unione Cosmica con il Tutto di Dio Padre Madre. Da qui l’importanza data alla sessualità ed all’atto sessuale di per sé, mezzo di unione profonda, durante il quale le due Anime raggiungono l’estasi. Si pensi alla Sessualità Sacra, punto focale di tante culture antiche.

Emozioni negative: gelosia e senso del possesso, causati dal percepire l’altro come una parte di se stessi. La ricerca di fusione totale porta lo Scorpione a proiettare sull’altro la propria individualità, da una parte pretendendo che l’altro diventi completamente aderente a ciò che lo Scorpione sente, dall’altra, sentendolo un prolungamento di se stesso, il partner  deve mostrare dedizione totale al nativo dello Scorpione, che altrimenti si sente tradito, messo in secondo piano.

Discriminazione intellettuale, causata dalla consapevolezza distorta di essere l’unico detentore della Verità Assoluta. Lo Scorpione, in qualità di Segno d’Acqua, possiede un forte cervello “viscerale”, posizionato cioè nella pancia, che funge da antenna emozionale.

Attraverso quest’organo, lo Scorpione conosce benissimo tutti i propri punti deboli, che cerca di dissimulare con una subdola dinamica di attacco alle debolezze altrui, che riesce a captare altrettanto bene.

Trasformazione della gelosia: comprendere che il forte e potente senso di fusione è un mezzo per assurgere alla completezza interiore, dedicandosi allo studio dei significati nascosti dell’Esistenza. Lo Scorpione è un maestro in questo campo, perché la sua propensione a navigare nel profondo gli dona amore per il sapere. Potrà così scoprire un legame intrinseco con tutto il Creato, sentendosi Uno con il Tutto, strumento per la realizzazione del Divino sulla Terra. A quel punto non avrà più senso sentirsi geloso di qualcun altro, della propria conoscenza o di sé, perché se siamo tutti Uno, nessuno cercherà di rubare alcunché. Si annulla così anche la discriminazione intellettuale, perché accettando l’Idea del Tutto, non avrà più bisogno di dimostrare niente, neanche a se stesso, e potrà così trovare la pace nel suo animo altrimenti tormentato.

Organo bersaglio: la tradizione astrologica vuole che lo Scorpione somatizzi negli organi genitali, per le dinamiche di cui ho parlato al punto “Principali caratteristiche”. La mia esperienza lavorativa mi suggerisce che il vero organo bersaglio dello Scorpione sia l’intestino, dove viene somatizzata la volontà di controllare il proprio corpo, come tentativo di supremazia della mente. Si verificano episodi di stitichezza (ho il controllo di ciò che voglio lasciar uscire da me) o di colite (non riesco a controllare la mia vita).

Rimedi:

Fiori di Bach – Cherry Plum, per attenuare la forte spinta emotiva; Rock Water, contro le questioni di principio e l’atteggiamento discriminatorio.

Oli essenziali – cipresso, contro la tensione nervosa; pino silvestre, contro lo stress e l’affaticamento che la componente psichica impone al corpo.

 

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Oasi Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *