Home » Oroscopo » Carta d’identità dei segni zodiacali: Sagittario
Approfitta dei Saldi Thun

Carta d’identità dei segni zodiacali: Sagittario

                                                                                sagittario

Dal 23 novembre al 21 dicembre

Pianeta governatore: Giove

Elemento: Fuoco (parola chiave AZIONE, ENTUSIASMO)

Periodi dell’anno di forza: quando la Luce vince sull’Oscurità

Colori che danno forza: blu, giallo, porpora, viola, verde elettrico.

Principali caratteristiche: nono segno dello Zodiaco, è il primo degli ultimi quattro segni, quelli che si identificano con l’Assoluto, la sfera degli ideali che vengono collocati al limite delle possibilità umane. A livello archetipico, i primi quattro segni (Ariete, Toro, Gemelli e Cancro) rappresentano l’Individuo, i quattro segni centrali (Leone, Vergine, Bilancia e Scorpione) sono il Sociale e gli ultimi quattro (Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci) sono la Coscienza dell’Infinito. L’individuo si fonde con il Tutto: il processo iniziato dallo Scorpione qui viene esteso a livello collettivo. Il Sagittario si sente sempre investito da una missione umanitaria e questa modalità di vita accomuna tutti gli ultimi segni. Da qui deriva la sua veemenza nel voler evangelizzare il mondo, portando il “Verbo” della salvezza tra chi lo vorrà ascoltare.

Emozioni negative: esagerazione, perché il Sagittario, dominato da Giove pianeta che simboleggia l’espansione in senso lato, non conosce la misura. E’ portato sempre ad esagerare: parlare forte, mangiare tanto, farsi notare (senza volerlo consapevolmente). Quindi i suoi comportamenti risultano spesso eccessivi e chi gli sta accanto tende a sentirsi messo in disparte dalla sua trasbordante personalità. Ingerenza, perché ritenendosi il Prescelto, una volta avvicinatosi a ciò che ritiene essere la Fonte della Verità, egli vorrà portarla a tutti e discuterà fino allo sfinimento per convincere chiunque di essere dalla parte della ragione. Soprattutto sarà convinto dell’integrità delle proprie scelte, non riuscendo a mettersi nei panni dell’altro, a cui cercherà di imporre il suo punto di vista.

Trasformazione dell’ingerenza: il dono che questo fastidioso atteggiamento nasconde è apprendere l’umiltà, una sfida enorme per il Sagittario. Solitamente chi nasce sotto questo segno ha alle spalle vite e vite di evangelizzazione delle masse. Bisogna però tenere a mente che ciascuno di noi  si trova ad un diverso livello di evoluzione ed è fondamentale rispettare questa realtà. Il rischio altrimenti è quello di perdere di vista il messaggio, che contiene un che di salvifico in sé, perché il Sagittario comprende nel profondo le Leggi dell’Universo ed a volte le personalità Sagittario hanno la capacità di trascinare con sé le folle, ma è necessario che egli comprenda di essere solo uno semplice strumento di Dio, per non incorrere nella frustrazione dei risultati e delle aspettative disattese.

Imparare a sentirsi piccolo aiuta il Sagittario ad entrare nell’ordine di idee che a volte una la parola è già sufficiente per imprimere una traccia in un cuore bisognoso, senza pretendere di cambiare la vita altrui. A volte, il suo entusiasmo e la facilità con cui affronta le proprie difficoltà, lo porta a minimizzare anche i problemi altrui, con il risultato di far sentire gli altri dei perfetti idioti. Attenzione quindi alle parole e a chi avete davanti.

Organo bersaglio: il fegato, quale “costruttore del corpo umano” ed organo più grande di tutto il nostro corpo (al Sagittario piace il grande!). Il fegato ha svariate funzioni, tutte fondamentali per il nostro organismo, è il direttore d’orchestra delle funzioni digestive. Esso digerisce le sostanze più dense (colesterolo e zuccheri), per trasformarle in energia di nutrimento, così come il Sagittario approfondisce lo studio della realtà per estrapolarne il significato salvifico, da portare agli altri. Il fegato somatizza la rabbia e ama il sapore amaro.

Rimedi:

Fiori di Bach – Impatiens, se la vita va più lenta di quello che ci si aspetta; Heather, per alleviare la pretesa di aver sempre ragione.

Oli Essenziali – sandalo, contro la tensione nervosa e lo stress; tea tree, contro gli inestetismi della pelle che un fegato sovraccarico può causare

Stefania-Marinelli

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Oasi Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *