Home » Oroscopo » Carta d’identità dei segni zodiacali: Vergine
Approfitta dei Saldi Thun

Carta d’identità dei segni zodiacali: Vergine

vergine

Dal 23 agosto al 22 settembre

Pianeta governatore: Mercurio

Elemento: Terra (parola chiave SENSAZIONE)

Periodi dell’anno di forza: i cambi di stagione, quando il clima presenta delle variabili

Colori che danno forza: tonalità tenui e pastello, delicate come la natura di questo segno sempre signorilmente sottotono

Principali caratteristiche: sesto segno dello Zodiaco, è colui che interfaccia l’ego forte del Leone e lo plasma per renderlo adatto all’incontro con i suoi simili, che avverrà nel segno successivo della Bilancia.

Il segno della Vergine è preposto alla ricerca dell’ordine inteso come gerarchia dove ogni persona, cosa ed evento si incastra perfettamente nel Disegno Macroscopico della Vita. Da qui deriva il rigore a volte pedante del rispetto delle regole. E’ una spinta inconscia ma irrinunciabile, come se si sentisse responsabile dell’intera esistenza del mondo intorno. Per questo è estremamente responsabile ed affidabile, perché si atterrà sempre alla parola data. Per lo stesso motivo la Vergine coltiva in modo spontaneo una cura particolare verso l’educazione dei figli, i quali dovranno presto imparare quali siano le regole per un giusto (per lei) modo di vivere, mai eccessivo, mai fuori posto, ma fluido all’interno di un ordine precostituito.

Emozioni negative: rigidità, causata dal seguire pedissequamente ciò che si ritiene sia giusto. Questo porta ad un atteggiamento molto forte ed inconscio di tensione, che si esprime attraverso una dinamica di non voler mai mollare la presa, non permettersi mai di lasciar andare il vecchio. Mancanza di spontaneità, per il troppo controllo mentale. Non si consente mai di superare la misura auto-imposta, per non scansarsi dal progetto originale che si sta seguendo.

Trasformazione della rigidità: contemplare anche i punti di vista altrui, per instaurare un proficuo rapporto di confronto e scambio. Questo permette di lasciar andare la rigidità di principio, per integrare un opposto, compiendo un atto di volontà di voler andare incontro ad esso. Ci si rende così conto di quanto ci si possa arricchire anche dell’esperienza degli altri, i quali a loro volta saranno pronti ad accogliere i saggi insegnamenti della Vergine, che perde così il suo tipico atteggiamento pedante ed esigente. Imparare a respirare a fondo, dal naso fino al ventre, per portare ossigeno, freschezza e chiarezza anche al corpo. Questo movimento calma la mente in tempesta, impegnata in un costante giudizio discriminatorio tra ciò che è bene e ciò che è male, e ci riporta alla coscienza del mondo fisico, il nostro confine, il nostro contenitore, il nostro strumento di vita.

Organo bersaglio: intestino tenue, duodeno in particolare, quale Centro di trasformazione del cibo in corpo. E’ il punto in cui si decide cosa verrà scartato e cosa è invece buono per essere trattenuto. Questa funzione fisiologica rispecchia l’atteggiamento della Vergine nel decidere cosa può far parte dell’Universo umano, che sia funzionale al mantenimento dell’ordine precostituito, e cosa invece può essere una minaccia e quindi va eliminato. E’ qui che si somatizza la capacità di discernimento. Inoltre, nell’intestino in generale vengono somatizzati tutti i comportamenti squilibrati che tendono a dividere il corpo dalla mente. Quando cioè il corpo ha una richiesta che la mente non vuole assecondare perché “giudicata” impropria e fuori contesto. In questo punto si somatizza anche la mancanza di spontaneità e la rigidità, quando il respiro si blocca “nella bocca dello stomaco”. E’ un desiderio inconscio di non voler sentire ciò il corpo ha da dire, lasciando la direzione della nostra vita alla mente, che mente sempre. Il corpo invece non mente mai!

Rimedi:

Fiori di Bach – Beech, per riarmornizzare un atteggiamento troppo discriminatorio; Cherry Plum, per attenuare la maniacalità verso l’ordine e l’igiene.

Oli essenziali – menta, contro l’affaticamento mentale; lavanda, contro i disturbi digestivi.

 

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Oasi Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *