Home » Casa Oasi » Per le mamme vorrei…

Per le mamme vorrei…

mamme

Vorrei che le mie giornate non fossero cadenzate da ritmi che si muovono a scatti regolari come una lancetta che batte il tempo durante le lezioni di solfeggio. Tic, toc, tic, toc”.vorrei sentirmi meno sola.

Vorrei scambiare due parole con chi capisce in che situazione mi trovo. Magari qualcuno che la pensa come me.

Bella la mia situazione. Invidiabile, invidiata. Perciò la cosa migliore che possa fare è starmene zitta a rendermi accondiscendente con chi mi viene a trovare o chi per strada mi lancia occhiate fugaci trasmettendomi sorrisi per il mio essere mamma. Mio figlio dopotutto è veramente bello, sano, dispensa gorgheggi per comunicare al mondo il suo benessere.

Un vero chiacchierone.

Già , le chiacchiere.

Mi mancano come l’aria.

Un tè, qualche pasticcino e un cerchio di donne allegre che condividono una vita in piena metamorfosi.

Però in casa è sempre difficile.

Adesso esco e vado a fare una bella passeggiata visto che il sole oggi è mio complice.

Bar convenzionali, locali da happy hour, pasticcerie, discoteche, toh, in questo locale i cani possono entrare, bè, direi che un passo avanti è stato fatto.

E questo? Locale per scambisti e poco più in là  un motel per coppie clandestine. Direi che il mio paese sta andando un po’ incontro alle esigenze dei diversi target.

Open minded come si dice.

Ok, mi sta bene tutto”ma per me? C’è qualcosa? Io sono semplicemente una mamma. Che ha le sue esigenze. Tante. Possibile che in giro non ci sia proprio nulla per noi? Se allatti in un qualsiasi locale rischi anche di essere allontanata perché disturbi, come è successo alla mamma di Vimercate alla riunione scolastica, o a quella nel ristorante dell’albergo a Madonna di Campiglio.

Nemmeno l’ombra di un punto di riferimento per mamme. Si, OK…il parco giochi, ma se piove? Se fa freddo?

Sarebbe carina una caffetteria.

Un luogo in cui non appena varco la soglia mi possa sentire totalmente a mio agio, la stessa sensazione che si prova a fare un bagno caldo dopo essere rientrate da nove ore di lavoro, o raggomitolarsi sul divano con la coperta preferita e guardarsi un bel film. O divorare a cucchiate da minestra un cestello di gelato senza inibizioni.

Una caffetteria per le mamme.

Che bello.

Già  mi vedo entrarci:

“salve”

“buongiorno e benvenuta”

“grazie mille”

“che cosa le porto?”

“un caffè d’orzo e uno di quei deliziosi pasticcini”

“dice questi cupcake? Sono la nostra novità “

“bene ne prendo uno”

“si accomodi pure dove desidera che le porto subito la sua ordinazione”

“grazie mille”

“per noi è un piacere”

 

Mi siedo intorno a un tavolo delizioso con musica sottofondo intorno a me qualche mamma sola che allatta il suo piccolo e guarda rilassata un magazine al femminile. Quanta roba da leggere, fantastico, c’è una intera parete di riviste a tema e di libri. Luce per i miei occhi. E lì accanto un area wi fi e qualche portatile per navigare in internet.

 

“posso sedermi?”

“prego!”

Ecco una mia simile. Non la conosco ma qui tutto è così speciale, tutto meravigliosamente informale.

Comincio a chiacchierare con la mamma, abbiamo un sacco di cose in comune ma anche se non le avessimo è comunque un bel momento di condivisione. Parliamo di pappe, pannolini, di lavoro e quel che ci resta del nostro tempo libero. Mi sento così libera e stimolata!

 

Ecco il caffè e il mio cupcake.

 

Accanto a me c’è una bacheca che avvisa delle varie iniziative  dedicate alle mamme che la caffetteria organizza ogni settimana: lunedì consulenza con una psicologa, martedì presentazione del romanzo di una mamma blogger, mercoledì incontro con una doula, “.e questo cos’è? La caffetteria ha a disposizione un piccolo parcheggio per passeggini con copertura in caso di pioggia e nei bagni ci sono fasciatoi per cambiare i piccolini e per i più grandicelli, un gabinetto di piccole dimensioni, proprio come negli asili”

 

E quandi il mio bimbo sarà  più grandicello? Perché allora la caffetteria non potrebbe essere all’interno di una…ludoteca! Ma si, che idea! Una ludoteca piena di giochi, di scivoli, e di “gonfiabili”, magari anche un angolo di lettura per i piccoli…e naturalmente i tavoli per le mamme.
Io mi siederei con qualche amica a cui ho dato appuntamento alla “ludoteca per mamme e bambini” e mentre chiacchiero, sorseggiando il caffè, non perdo di vista il mio piccolo che è la, con altri bambini, intento a divertirsi a più non posso!

 

E magari in questo posto organizzano anche le feste di compleanno per i bambini o altri eventi che coinvolgano le famiglie”

 

E poi il nome della caffetteria-ludoteca mi piace davvero,

Oasidellemamme.

Sì che Il mio essere mamma avrebbe un senso diverso”.

 

 

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

14 commenti

  1. che bello!!
    già  mi vedevo li accanto ad altre mamme con i bambini che giocano allegri…
    sarebbe un bel progetto!!!

    • Si cara Malek,
      e la consulenza sul servizio ai tavoli & affini tu sai già  a chi la chiederemmo nel caso volessimo realizzare il progetto!
      B.

  2. Hai descritto per filo e per segno il business plan di un progetto che mi frulla in testa, che e’ li’, nella mia fantasia, da circa 6 anni, da quando sono mamma… ma poi, ma poi…
    beh, se qualcun’altro riuscisse a realizzarlo, io sarei un’assidua frequentatrice… :))

    • Come dicevano in un cartone animato? Dove c’è un bisogno, soddisfalo! Chi meglio delle mamme sa cosa serve alle mamme? Tiziana, chissà che il tuo progetto non possa concretizzarsi nella tua zona e che non veda te come protagonista… Noi siamo con te!

  3. Nella mia città  c’è qualcosa del genere!
    “Nella nostra città  è arrivato il primo Eco Baby Bar d’Italia, un locale a misura di famiglia, dove le mamme possono incontrare le amiche e i bambini possono giocare e divertirsi in spazi creati appositamente per loro. Nella suggestiva cornice del Parco Ducale, il baby bar ha aperto le porte sabato, riscuotendo da subito un grande successo. Negli spazi a misura di famiglia dell’Eco Baby Bar, gli adulti potranno gustare aperitivi e prodotti tipici, in buona parte biologici, di stagione e a km zero. Per i più piccoli saranno a disposizione piatti ad hoc, con tanto di pappe per lo svezzamento. All’interno dell’Eco Baby Bar si possono trovare attrezzature specifiche per mamme e neonati, una zona fasciatoio dove sarà  possibile cambiare i pannolini e perfino l’angolo per l’allattamento. Oltre, naturalmente, le zone gioco.
    Una speciale attenzione è dedicata all’ambiente, grazie ad un locale con materiali ecosostenibili (in giochi e arredamento in legno) e il minimo utilizzo della plastica.”

  4. ok con molto piacere!!!

  5. BELLISSIMO! Proprio a lettere cubitali!
    Scusa se non ho visto subito il post ma la chiusura del bando è stata frenetica O_O

  6. Posto perfetto. Mi piacerebbe entrarci e starci, soprattutto ora che si avvicina l’inverno. Ma saresti veramente intenzionata ad aprirne uno, oppure rimane solo nella tua fantasia?
    A presto, momfrancesca

    • Non c’e` solo intenzione, c’e` un progetto ben preciso cara momfrancesca!
      Questo era il sogno iniziale quando e` nato il blog ma ora siamo Associazione e sebbene per il momento siamo presenti fisicamente solo a Pesaro, le cose stanno diventando concrete e questo posto sta per diventare reale.
      Prima Pesaro e poi il resto d’Italia!!!

      • Mi piacerebbe saperne di più. Scrivimi, se ti va, all’indirizzo che trovi nella mia pagina contatti.
        Nel frattempo, volevo farti sapere che ti ho inserita nella mia Top Of The Post #3.
        A presto 🙂

  7. Cara Enrica questi posto esiste già!! E sono fortunata perché ce l’ho sotto casa. Ha iniziato come semplice bistrot caffetteria per poi orientarsi ad essere posto dedicato a mamme e bambini piccoli. Sedie, seggiole e divanetti. Tavoli e tavolini. Piccolo, non grande. Della buona musica di sottofondo (cultura musicale pazzesca tra l’altro) e librerie, per adulti e bambini dove se porti un tuo libro te ne danno in altro in prestito e così via. Dolci fatti in casa come ciambellone e crostate di fico. Frullati e centrifughe per ogni gusto. WiFi libero. Eventi organizzati per le mamme Il tutto gestito da due ragazze, di cui una mamma di una bimba di 2 anni.
    Si chiama Saporiti, in via Gottardo a Roma.
    Sono una loro cliente. Vedrai che anche dove sei tu i sogni diventeranno realtà.

    (Ho un blog anche io, se ti va facci un salto!)

    Un abbraccio
    cristina

    • Grande Cristina!!!!!! Facci osubito un giro nel tuo blog e chissa` che un giorno non venga a trovarti nel tuo fantastico bistrot!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.