Home » Notizie e Lavoro » Notizie » Feste di compleanno e Goody Bag: le follie di Hollywood

Feste di compleanno e Goody Bag: le follie di Hollywood

festa-compleanno-goody-bag

Le “goody bag“, di cui avevo già  accennato qui, sono una parte essenziale delle feste di compleanno dei bambini. I bambini, venuto il momento di lasciare la festa, non si schiodano fino a che non hanno ricevuto la loro borsetta con dentro giochini e dolci. E` un modo con cui il festeggiato ringrazia chi ha partecipato alla festa e condiviso con lui il  divertimento e la gioia.

Un po’ illogico se ci pensate: ti invito offrendoti divertimento e cibo goloso. Tu vieni e mi porti un regalo. Se la matematica non è un’opinione, dovremmo essere pari.

E invece no.

Ti devo anche dare 4 giochettini di plastica e un pugno di caramelle. I giochi sono solitamente inutili, rumorosi e rotti dopo 2 minuti che sono stati estratti dalle buste. Inoltre hanno spesso piccole componenti che trovano rapidamente la via delle narici di Davidino. Le caramelle poi, santa putrella! Hanno mangiato torta, cupcakes e barrette di cioccolato glassato tutto il pomeriggio, hanno veramente bisogno ancora di zucchero?

Dici di sì?

OK, poi ti mando il conto del dentista, però. I miei figli trovano le loro goody bag estremamente affascinanti per l’intero viaggio di ritorno a casa e per i successivi 10 minuti, dopo di che tocca a me raccogliere la paccottiglia dimenticata e disseminata ovunque. Al momento della consegna delle goody bag, io vorrei tanto dileguarmi con i figli e invece no, mi tocca. Ma io vorrei dire a tutte queste mamme che si affannano per riempire buste con cianfrusaglie da 20 centesimi l’una: risparmiate il vostro tempo, denaro e abbiate pietà  di me! Fossero almeno oggetti carini, tipo quelli che metto io nelle goody bag delle feste di compleanno di Davide e Matteo”

Poi andiamo da un estremo all’altro e troviamo le mamme vip di Hollywood ingaggiate in una specie di “gara” a chi confeziona e dona le goody bag più trandy, costose e (aggiungerei io) folli della storia delle feste di compleanno per nanetti.

Katie Holmes, per esempio, ha impacchettato per il terzo compleanno di Suri, goody bag contenenti collanine d’oro da 18 K l’una. Vuoi mettere un ciondolo d’oro al posto di uno di quei palloncini che, se si schiacciano, fanno il suono di un peto?

Trista Sutter, star di uno dei numerosi e patetici reality americani, ha speso ben 350 dollari per donare alle giovani invitate al compleanno della figlia goody bag contenenti tiare e coroncine.

Ma si sa, i vip sono un po’ sbroccati. Quello che mi mette i brividi è che mamme “normali” non vogliano sentirsi da meno e allora si legge di goody bag contenenti American Girl dolls (che vanno dai 100 ai 250 dollari l’una), addirittura Rolex e perfino animali da compagnia. No, scusa? Gattini e criceti in goody bag?

Io non sono contro le goody bag in assoluto, intendiamoci! Però se dentro si trovasse anche del buon senso, non sarebbe male. Come? Vuoi sapere cosa metto io nelle goody bag? Presto detto: mini vasetti con terra e semini da annaffiare e guardare crescere! Katie Holmes, guarda e impara che zia Enrica è troppo avanti, pure per Hollywood!

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

7 commenti

  1. Io per la festa di mia figlia 6 anni ho regalato cookie-pops confezionati e fatti da me e marshmallows decorati con glassa e ai piccoli invitati sono piaciuti…ma non sapevo della goody bags! Mi sa mi sa che ci dobbiamo aggiornare e visto che a mia figlia piace il giardinaggio prenderò di gran lunga esempio da te Enrica!

    • se le goody bags fossero sfruttate per giuste cause, tipo come fa Enrica mettendoci i semi e stimolando i bambini a considerare da subito la cura delle piante ben vengano le goody bags!

    • Ma infatti mi chiedevo se in Italia si usassero le goody bags. Io non le ricordo , ma è pur vero che sono passati molti anni da quando andavo alle feste di compleanno dei miei amichetti.

  2. o mammina…speriamo che questa “tendenza” nn arrivi anche qui… cmq ciò che metti tu nella goody bag è la cosa migliore enrica!!!

    • Ma in realtà vanno bene anche dei giochini o matite colorate… una volta ho preso dei librettini con personaggi Disney accompagnati da un mini set di tempere e pennellini: roba da 4 dollari l’uno, ma erano carini.

  3. ehm confesso che senza conoscerne origine e nome io l’ho fatto 🙂 però erano borse pensate per giocare da subito o meglio da CONDIVIDERE con gli altri perchè a me personalmente non piace dare regali individuali.
    allora si chiamano goody bag…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.