Home » Notizie e Lavoro » Notizie » Pulire i vetri divertendosi. La fantasia diventa realtà con l’aspiragocce Kärcher
Approfitta dei Saldi Thun

Pulire i vetri divertendosi. La fantasia diventa realtà con l’aspiragocce Kärcher

bambina

-Post sponsorizzato –

Nella vita di una madre ci sono delle priorità. Cucinare, passare l’aspirapolvere, caricare e scaricare lavastoviglie e lavatrice, fare i letti, fare la spesa, pulire i vetri e gli specchi, fare il cambio degli armadi, e a volte liberare dall’ammasso di polvere gli spazi dei termosifoni e i bordi dei battiscopa. Poi c’è anche qualcuna che si dedica al fai da te tipo riverniciare i muri ma personalmente le considero donne del pianeta Klingon.
Ora, dicevo, alla luce del lungo elenco di molteplici attività “cenerentolesche” è necessario avere delle priorità. Non posso non fare la spesa, nemmeno non caricare la lavatrice e la lavastoviglie e anche i letti se non voglio riportare la famiglia allo stile di vita del mesozoico.
Quindi chi ci rimette sono vetri e specchi, loro possono aspettare. Poi mi ritrovo a tirare la tenda per scrutare fuori e mi convinco di avere la residenza a Londra dall’effetto nebbia che la mia negligenza crea su ogni finestra di casa.
A volte, però, accadono i piccoli grandi miracoli. Di quei segnali piovuti attraverso un corriere che ti consegna uno strumento, secondo la mia visione, della stessa entità di un genio che se ne esce sbuffando da una lampada trovata così per caso in soffitta: Kärcher WV 51 Plus, il primo aspiragocce a batteria ricaricabile per la pulizia di vetri e superfici piane.
Ok, mi sto già rendendo conto di essere un po’ un venditore da fiera paesana ma vi assicuro che un aggeggio del genere dopo averlo sperimentato mi ha assicurato:
1)    la prevenzione dalle imprecazioni più colorite e fantasiose poiché le poche volte (credo tre in tutta la vita) in cui mi sono cimentata a pulire i vetri ci ho lasciato aloni degni di un Van Gogh sotto attacco epilettico;
2)    la voglia minima garantita di procedere nella pulizia dei vetri e di non rimandarle alle calende greche;
3)    di compiere l’operazione divertendomi;
4)    di invogliare mia figlia alla pulizia di casa. Ripeto: m-i-a f-i-g-l-i-a allergica universale al rassetto e alla sistemazione della sua camera che certe volte pare lo scenario di Apocalypse Now.

pulire i vetri

Per rendersi conto della semplicità e rapidità con cui ora potrete pulire i vostri vetri, guardate questo video. Giuro, non è uno scherzo e se le immagini vi lasciano insoddisfatte vi do il permesso di prendermi a colpi di un qualsiasi prodotto per casa vi capiti per le mani

Il risultato? I vetri sono perfetti, gli aloni spariti, vetri e specchi al massimo dello splendore e la dolce pargola che mi chiede: “Mami, d’ora in poi posso pulire sempre io i vetri?”.
No, poi ditemi se questo non è un miracolo…

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

2 commenti

  1. Andrea Luigi Gobber 3°

    I prodotti Karker sono sempre stati sinonimo di qualità, ora questo nuovo prodotto che consente tra l’ altro di pulire i vetri senza prodotti specifici, una manna dal cielo per quei genitori che hanno bimbi che abitudinalmente mettono la bocca in ogni dove, pure su specchi e vetri! Penso che non tarderà ad arrivare la richiesta della moglie per questo innovativo prodotto!

  2. Ingegner Brambilla

    Bellissimo ma mi chiedo… funziona anche col moccio di Davide spalmato sul vetro e vetrificato dal sole Californiano? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *