Home » Notizie e Lavoro » Notizie » Come sopravvivere al cambio di stagione

Come sopravvivere al cambio di stagione

cambio di stagione

Care amiche, cari amici!
La Pasqua è quasi alle porte e con lei tutta quell’atmosfera che invoglia a ripulire, purificare, dare aria, liberarsi dal superfluo.
Ho pensato di condividere con voi i piccoli accorgimenti per sopravvivere al cambio di stagione.
Essendo astrologa, vi illustrerò innanzitutto il panorama celeste del momento, che presenta una serie di aspetti planetari di grande tensione, anche a prescindere dal segno di appartenenza. Che vuol dire? Che in questo periodo, i pianeti sono distribuiti in quasi tutti i segni, per cui, per un motivo o per l’altro ciascuno di noi risente degli effetti della stessa sensazione, che è quella di non riuscire più a stare dentro la vita che si sta facendo. E’ anche vero che però non possiamo ogni volta prendere baracca e burattini e girare l’angolo, perché molte volte i disagi sono maestri. E per imparare dai disagi è necessario rimanere in ascolto del nostro malessere, perché è rivelatore, nasconde, sotto le apparenze della tensione emotiva, la sua origine di voglia di essere amati. E, come dico sempre, la prima persona da amare siamo noi stessi.
Quindi ora condivido con voi tanti piccoli gesti che vi insegnino ad amare voi stessi, dandovi il giusto spazio per rinnovare il tessuto cellulare e di riflesso quello emozionale e ancora di riflesso quello spirituale. Quelli che vi suggerisco sono tanti piccoli riti con cui iniziare la giornata. Potete anche decidere di portarli avanti per un ciclo limitato di tempo, per esempio 2 settimane, poi fate una pausa e programmate di riprenderli dopo un paio di mesi, quando inizierà l’estate.
Vediamo come: con l’arrivo della bella stagione può essere bello alzarsi mezz’ora prima del solito, per gustarsi la luce dorata del sole. Non c’è niente come la luce nuova del giorno per mettersi nella giusta lunghezza d’onda. Scegliete dentro casa vostra un piccolo spazio che sia solo vostro e dedicate 5 minuti al vostro corpo e al respiro. Chi è abituato all’attività fisica o allo yoga, può dedicarsi al Saluto al Sole (cliccando qui scoprite come fare), o ai 5 Riti Tibetani, due tipologie di esercizi che portano ossigeno ed energia. Sono sequenze di posizioni adatte anche a chi non usa fare molta attività motoria, risvegliano delicatamente il corpo, stimolano la peristalsi, allungano i muscoli e tonificano l’organismo. Praticate questi esercizi rigorosamente a stomaco vuoto, per non affaticare la digestione. Alla fine di questi esercizi sedetevi 2 minuti e praticate quello che i Taoisti chiamano il “Sorriso Interiore”, in cui entrate in contatto con ogni vostro organo interno e gli sorridete, ringraziandolo per il servizio che vi rende. In questo modo iniziate la giornata con l’importante vibrazione della GRATITUDINE.
Se non volete dedicarvi all’attività fisica, potete passare direttamente a quella meditativa: sedetevi a occhi chiusi e fate qualche respiro profondo. Sentite il respiro che circola nel corpo. Potreste avvertire del calore che si irradia dalla pancia, oppure un leggero giramento di testa. Non preoccupatevi, concentratevi sulla sensazione di leggerezza che avvertite ovunque. Ora immaginate di diventare piccoli piccoli e di entrare dentro il vostro corpo, come se foste Alice che entra nella tana del Bianconiglio. Arrivate ai polmoni e li ringraziate per l’ossigeno. Sentite il cuore e lo ringraziate per il ritmo. Entrate nello stomaco e gli sorridete. Poi fate la stessa cosa con la milza, il pancreas, il fegato, l’intestino, la cistifellea, il cervello, e ogni parte del corpo a cui vi sentite più legati. Siate grati al vostro corpo per tutto il lavoro che svolge per voi, perché si fa carico delle emozioni che voi vi dimenticate di esprimere e perché vi permette di fare miliardi di esperienze. Volendo continuare ad esprimere gratitudine per il corpo, al momento della colazione preparatevi una centrifuga con una mela, una carota e un gambo di sedano provvisto di foglie, che sono estremamente rimineralizzanti. La mela aiuta stomaco e intestino, mentre la carota prepara la pelle all’abbronzatura. Consumando regolarmente carote attraverso la centrifuga, che non rovina l’apporto vitaminico con un processo di cottura, noterete che la vostra pelle si abbronza molto più facilmente. La carota, come il suo colore arancio, contiene il sole. Mangiando carote, noi ci nutriamo del sole stesso.
Dopo aver consumato questo cocktail fresco e naturale potete dedicarvi alla vostra solita colazione, iniziando la giornata con un atteggiamento diverso, più dinamico e propositivo. Così, nonostante i soliti fastidi ed eventuali disagi, vi siete ritagliati uno spazio in cui rigenerarvi.
Quale periodo migliore di questo, per fare incetta di luce solare, darsi a nuovi progetti ed creare ottimi propositi per il futuro?
Per il momento è tutto. Tornerò a breve con l’oroscopo del mese di maggio!

Che il sole splenda sempre dentro di voi!

Buona settimana a tutti

Seguite Stefania sul suo blog

astrologa

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Oasi Redazione

Un commento

  1. Cara Stefania io al cambio di stagione ho una stanchezza cronica che aggiunta ai risvegli ore 6 di mio figlio fanno TOMBOLA!!! alzarmi 30 min prima è chiedere troppo al mio malandato neurone e al mio corpo stanco!!!! Grazie però per tutti gli altri suggerimenti!!
    però se conosci il pianeta che causa tutto ciò fammi sapere perchè magari almeno so contro chi sfogarmi invece del solito “Mannaggia Giove”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.