Home » Educare » Cari uomini la partenogenesi vi farà passare di moda

Cari uomini la partenogenesi vi farà passare di moda

cari-uomini-la-partenogenesi-vi-fara-passare-di-moda

Il mio professore di Educazione Tecnica delle Scuole Medie, nel lontano 1988, ammoniva i maschi della mia classe con queste parole: «Guardate che siete voi il sesso debole! Loro – le ragazze, ndr – sono indipendenti, libere. Se si impegnano, un giorno si riprodurranno per partenogenesi e voi maschietti sarete utili come nani da giardino!».
Il suo intento non era quello di sovvertire gli ordini naturali, prospettando  agli uomini di fare la fine di ammennicoli da arredamento, ma quello di dare “una svegliata” ai maschietti, incitandoli ad usare il cervello se volevano conquistare con successo una ragazza.
Lui scherzava ma qualcun altro pare faccia sul serio.
Quel qualcuno sarebbe una genetista inglese, Aarathi Prasad che ha scritto un libro piuttosto controverso a proposito della reale possibilità di giungere con successo alla partenogenesi umana.
Ma cos’è la partenogenesi? Senza scomodare troppo le mie impolverate conoscenze di biologia, la partenogenesi è un meccanismo riproduttivo che le femmine di alcune specie di insetti e di qualche animale superiore (tipo i tacchini!) mettono in atto per riprodursi senza l’aiuto del maschio.
Ora questo stesso meccanismo lo si vorrebbe rendere disponibile per le donne.
Aarathi Prasad sostiene, e qui concordo con lei al 100%, che il genere umano sia ancora in evoluzione e in continuo adattamento.
Ciò non significa comunque che ogni panzana che passi per il cervello debba per forza essere processata con studi scientifici e messa in opera!
No, perché se così fosse allora io voglio il super potere di Jedi per riordinare la casa senza muovere un muscolo. Sono certa che il “gene Jedi” lo abbiamo tutte noi mamme, sepolto da qualche parte nella catena del nostro DNA, accanto al gene dello “Shopping perfetto”.

Parliamoci chiaro: io sono di mentalità aperta e non ho nessun problema con fecondazione artificiale, uteri in affitto, co-parenting e famiglie omoparentali e proprio per questo mi sono chiesta se trovare la partenogenesi umana una completa stronzata, fosse da parte mia un gesto ipocrita.

Voglio dire, se sono a favore di una coppia lesbica che ha figli, perché dovrei essere contro un metodo che permette loro di procreare senza considerare minimamente l’utilizzo di cromosomi maschili?
Perché poi alla fine è questo l’obiettivo, togliere ogni utilità all’uomo e renderlo indispensabile come un nano da giardino, appunto.

Dopo una lunga riflessione penso che potrei arrivare ad accettare la partenogenesi umana come alternativa valida solo nel caso ci si trovasse di fronte ad un’apocalisse del maschio.

Tipo:
1. scompaiono le scorte di birra mondiali e svanisce la scusa primaria per il rutto libero in luogo pubblico;
2. vengono cancellati i campionati di calcio e le varie coppe, le repliche delle partite, i processi del lunedì, il fantacalcio e le gazzette dello sport;
3. magari si sancisce l’ordine perentorio che l’atto sessuale è permesso solo ed esclusivamente a scopo riproduttivo e non ricreativo;
4. viene messo al bando il ravanare selvaggio nelle mutande appena alzati la mattina;

Penso che questi potrebbero essere validi motivi per portare sull’orlo del suicidio di massa gli uomini. Se poi si proibisse loro di fare le puzze a letto, gli si darebbe il colpo di grazia.
Attualmente mi pare però che il genere maschile non rischi nessuna delle calamità sopra elencate per cui non trovo altra giustificazione per ritenere che gli studi dell’eccelsa genetista britannica debbano essere considerati in alcun modo.

Sono certa che al mondo esistono donne così profondamente votate alla causa del femminismo da plaudire con entusiasmo l’ipotesi della partenogenesi umana, che a me pare a dir poco fantascientifica.

Nell’attesa che si abbiano i primi risultati positivi, queste donne potrebbero rivolgersi a qualche laboratorio di genetica che opera nel campo della clonazione di barbabietole e donare cellule per le future ricerche sull’incrocio femmina-verdura… sai, non si sa mai cosa potrebbe succedere al genere femminile il giorno in cui i saldi di fine stagione venissero messi fuori legge!

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

2 commenti

  1. Se questo é il mondo che vorrete costruire io preferisco il nulla. Scienza???? No!! Prevaricazione, guerra tra i sessi ecco di cosa si tratta! Soluzioni? A che cosa?????….Non ho parole!!!… No! Non si può fare un figlio senza padre (cromosomi)… Saranno figli deformi, autistici, con malattie autoimmuni, avranno vita breve….che orrore!!!!!! Noi donne non vogliamo essere offese più nella nostra dignità dalle vostre parole! Gli uomini per noi sono: Il nostro amato padre, i nostri amati fratelli, il nostro amato sposo e i nostri amati figli maschi e tutti gli amici e persone care che appartengono a tale sesso Ps: Per precisazione alle vostre menti deviate aggiungo: Le donne per noi sono la nostra amata madre, le nostre amate sorelle, le nostre amate figlie e tutte le amiche e persone care che appartengono a tale sesso. La dignità umana é il rispetto di ogni uomo e donna del mondo…le vostre parole sono inutile veleno per donne libere sapienti e che hanno dignità!! Uomo e Donna sono le due facce della stessa medaglia: La vita.

  2. Ma il professore era Corrado Bucci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.