Home » Casa Oasi » Signore e signori ecco a voi il Gulash!

Signore e signori ecco a voi il Gulash!

Ho dei ricordi d’infanzia strettamente legati a questo piatto invernale, che regala il giusto apporto calorico per riuscire a svernare come si deve, anche se l’effetto collaterale è che ti spinge ad abbuffate “simpsoniane” da rischiare una pronta lavanda gastrica. E a piangere lacrime amare per sciogliere maniglie dell’amore e culotte de cheval in primavera.

Per chi non conoscesse il Gulash si tratta di uno spezzatino di carne di manzo dove padroneggiano cipolla, paprika, aglio. E un bell’alito “o’ de’ fogn’ “ postprandiale.

No dai, scherzo.

Dicevo, il Gulash io lo adoro. Mia madre lo cucinava spessissimo, pur non vantando origini ungheresi visto che questo piatto nasce proprio tra i mandriani dei paesi dell’est. Ma siccome mia madre ha un animo artistico/ricercatore a cui vengono a noia lasagne e tortellini, a me, sorella minore e padre ha propinato negli anni portate che nemmeno Gordon Ramsey è riuscito a collaudare in tutta la sua carriera di chef. Tu vai a capire come è nata questa sua passione per il Gulash. In effetti non mi sono mai posta la domanda. Indagherò presto sulla questione, promesso.

Il Gulash è un piatto unico perciò non avrete bisogno di pensare a preparare altro (salvo, sempre se volete, un po’ di patate lesse per contorno o purè o verdure tipo broccoli e cavoli al vapore).

Eccovi la ricetta per 4 persone.

Ingredienti:

800 g di carne di manzo
300 g di cipolle
200 cl aceto bianco
2 g di paprika
300 g di pomodori (o passata di pomodoro se preferite)
un spicchio d’aglio
maggiorana (quantità  a piacimento senza esagerare)
una foglia d’alloro

Circa un litro di brodo

40/50 gr burro
sale
pepe (se lo desiderate, altrimenti molto meglio un po’ di peperoncino)

 

Preparazione:

 

  1. Tritate le cipolle e mettetele a rosolare con il burro, bagnatele con l’aceto e cospargetele con la paprika.
  2. Unite la carne che avrete tagliato a tocchetti grossi come noci e mescolate bene.
  3. Proseguite la cottura aggiungendo i pomodori a pezzetti, privati di semi e buccia. Se decidete di sostiuirli con la apssata cari miei dovrete andare a occhio.
  4. Aggiungete poi l’aglio, la maggiorana, la foglia di alloro, sale e pepe/peperoncino.
  5. Cuocete per mezz’ora a fuoco medio basso.
  6. Trascorsi i 30 minuti aggiungete il brodo caldo e proseguite con la cottura finché la carne risulterà  morbida.
  7. Disponete il gulash su un piatto da portata e servite ben caldo.

 

Buon appetito, mi raccomando abbiate il senso della misura.

Se sfociate nell’eccesso contattatemi che vi segnalo una tisana salvavita”

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

2 commenti

  1. Che voglia di provarlo!!! Solo che ultimamente ho mangiato le cipolle, e non so se la gravidanza centri, ma sono stata radioattiva x 2 giorni!!! con relativo marito che non si avvicinava! 🙁 mi toccherà  aspettare l’anno prossimo…

    • ahahahaha…come radioattiva?! dove hai preso le cipolle da una coltivazione vicina a una centrale nucleare??

      Comunque cara Paola, no la cipolla si sente appena 😉 provalo e poi tienici aggiornate. Se il bimbo non approva mi assumo ogni responsabilità  e che i mandriani dell’est possano usarmi come pulisci zoccoli dei loro cavalli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.