Home » Diario Oasi » Cronache Americane » Qualche ora per me stessa, un regalo prezioso

Qualche ora per me stessa, un regalo prezioso

L’ho fatto. Ho ceduto alle lusinghe di due amiche e l’ho fatto.

Un massaggio rilassante con pietre calde, in una Beauty Farm.

Mica ciuffoli.

Il trattamento prevedeva anche sauna e doccia nebulizzata, più “relaxation room“.

Ambiente con luci soffuse, musica dolce in sottofondo, il personale estremamente accogliente, dolce e competente. Varcare la soglia della Beauty Farm è stato come entrare in un mondo parallelo fatto di soffici e silenziose sensazioni e  fare pace con se’ stesse.

 Ne avevo veramente bisogno.

Sapete quando dal coppino all’osso sacro sembra che vi abbiano scaricato una colata di cemento armato, rendendo ogni movimento della spina dorsale impossibile?

Mi alzavo la mattina con l’emicrania.

Durante la giornata, al minimo movimento che implicasse una torsione del busto o del collo, fitte lancinanti mi lasciavano boccheggiante per il dolore.

Per non parlare della stanchezza psico/fisica: ricordarsi le cose, un’impresa impossibile; mantenere la concentrazione, è una parola.

La pazienza con i figli poi…lasciamo perdere.
Insomma, mi sentivo un rottame.

Stesa sul lettino caldo, ammetto di aver impiegato non poco ad obbligare la mia stessa mente a rilassarsi, a smettere di pensare. Le mani esperte della massaggiatrice e il suo pacato tono di voce, la musica, le pietre calde e levigate che venivano sfregate, gentilmente ma allo stesso tempo con vigore, sul mio corpo alla fine hanno compiuto la magia.

80 minuti di totale distacco da tutto e tutti: l’ingegner Brambilla e i bambini, la casa e persino il il lavoro di blogger, tutto è stato dimenticato. No, dimenticare non è il termine giusto, dimenticare è perdere qualcosa e io non ho perso nulla e nessuno.

Immagino la mia mente come una cassettiera e quel massaggio è stato come aver raccolto da terra una montagna di abiti, averli piegati e riposti con cura: il mondo e la mia vita sono state riposte in appositi comparti.

Non ricordo di aver mai provato una sensazione di totale rilassamento come in quel momento: sentivo il corpo sprofondare nel lettino mano a mano che i muscoli si scioglievano. Per lunghi istanti ho sperimentato l’encefalogramma piatto, che se non ti trovi su un letto di ospedale, dopo che un autotreno ti ha centrato in pieno, è un’esperienza straordinaria.

Uscita dal massaggio avevo la testa leggera, un sorriso ebete e il passo di Neil Armstrong sulla Luna.

In totale sono stata alla Beauty Farm per quasi 4 ore: troppe? Troppo poche? Nessuna delle due. Solo giuste.
OK, lo ammetto: uscendo mi sono attaccata alla gamba della massaggiatrice, supplicandola di adottarmi, ma a parte questo momento di “debolezza”, il resto della giornata è stato un sogno.

 

Per me si è trattato di un regalo prezioso fatto a me stessa e consiglio a tutti di regalarsi una pausa: beauty farm, palestra, passeggiata al parco, seduti soli in un giardino al tramonto. Qualunque cosa vi faccia stare bene. Non ha importanza cercare per forza qualcosa di sofisticato e costoso (ma se capita l’occasione giusta, osate anche qualcosa di speciale), basta che sia efficace per voi.

 

Due consigli: essendo un regalo che fate a voi stesse per voi stesse, provate a farlo da sole. Lo so che un’attività  piacevole la si condivide volentieri con chi si ama, ma penso che in certe occasioni, soprattutto quando il nostro corpo e la nostra mente sono arrivati al limite della sopportazione e la stanchezza pesa come un macigno, uno spazio e un tempo ritagliati solo per noi stesse siano terapeutici.

E infine, fatelo con regolarità : tanto quanto fate il pieno o rabboccate il serbatoio dell’auto, concedetevi momenti per voi con cadenza regolare.

 

Prendetevi una pausa e risanate ciò che di “acciaccato“ avete dentro, ma fatelo per voi.

Siate egoiste in modo sano. Perché se state bene, anche gli altri attorno a voi ne riceveranno tutti i benefici!

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Enrica Costa

Buona ascoltatrice, buona chiacchiera, buona forchetta...la cosa su cui ha qualcosa da dire è come fare la mamma italica in giro per il globo, mettendo a confronto la mentalità  italiana con quella di mamme provenienti da ogni parte del mondo: le mamme sono mamme a qualsiasi latitudine, cambiano solo le tecniche con cui affrontano le stesse problematiche. Il suo compito sarà  quello di presentarvi queste diverse strategie. Continua a leggere

2 commenti

  1. Poco prima del matrimonio le mie amiche mi hanno regalato un trattamento benessere di un paio d’ore. Dopo 10 minuti volevo scappare!! Come si fa a stare immobili tutto quel tempo?!
    Per non parlare della DEVASTANTE giornata alle terme con Marito. che più che farti idromassaggi e massaggini e saune non è che fai…stavo sclerando!
    Decisamente queste “coccole” non fanno per me.
    Quando voglio rilassarmi c’è un’unica cosa che funziona per me: un giro in libreria, magari con la mamma: scioglie qualsiasi tensione ^_^

    • E` vero, sai? Ci sono persone che non riescono a reggere le sedute nelle beauty farm o cose simili… come dicevo, una qualunque cosa va bene, purchè dia piacere e sollievo, ricarichi e renda felici. Basta che questa cosa non implichi un’arma automatica e una qualche carneficina… O_o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.