Home » Casa Oasi » Il Gossip dell'Oasi » Nicole Minetti e la banca del latte.
Approfitta dei Saldi Thun

Nicole Minetti e la banca del latte.

Credetemi.

Me lo sono ripromesso circa un centinaio di volte: “Deborah, basta di parlare della Minetti, di accanirti su di lei e di mugghiare come un leone con i molari cariati”. Ti si possano atrofizzare le falangi se ti azzardi a scrivere ancora sulla  prima cittadina di Silicon City!

Poi leggo “La Minetti in Consiglio regionale interviene sul latte materno” e devo stare zitta?!

A parte i miei lobi temporali ormai in pappa da un paio d’ore per cercare di capire che ci azzecca la Minetti con il latte materno – sarebbe più facile rimettere in ordine il cubo di Rubrik bendata – cercherò di andare per ordine che sennò mi si surriscalda il sistema cerebrale e poi anche le coronarie si strapazzano.

Dunque, Nicole Minetti è consigliera regionale e questo ormai lo sanno anche i sassi. La novità  è che a quel consiglio si fa vedere molto meno della cometa di Halley. Ma di recente ha presenziato ad una seduta, con grande sorpresa di molti che hanno sicuramente pensato ad un’ allucinazione o a un ologramma.

La Minetti, priva di trikini e perizoma interdentali, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata sulle banche del latte materno.

La consigliera del Pdl che:

–        resta imputata nel processo Ruby per istigazione alla prostituzione;

–        va in giro con t-shirt dai messaggi filosofico-esistenziali (“senza t-shirt sono meglio”) da far sembrare gli aforismi di Gandhi una massima di Winnie Pooh;

–        della maternità  ne sa quanto un mollusco di cibernetica

si fa attanagliare da un atroce dubbio: “a Milano esiste una banca del latte?!”

Tosto l’assessore alla Sanità  Luciano Bresciani, notando l’aria visibilmente contrita della richiedente, l’ha rassicurata che sì a Milano esiste una banca del latte, e che quanto prima si riserverà  di presentare la documentazione relativa alle procedure della sua conservazione. La Minetti, di rimando, ha dichiarato di sentirsi parzialmente soddisfatta promettendo di  tornare sull’argomento non appena avrà  terminato il dottorato di ricerca sulla storia dell’acido ialuronico.

Una volta conclusa l’interrogazione, ha lasciato l’aula per una lunga pausa che impegni del genere alla Nicole compromettono il funzionamento della corteccia cerebrale, poi dopo è un casino.

Io invece mi chiedo: siamo sicuri che la Minetti parlasse di latte materno?

Perché tutta sta veemenza da lei espressa, il suo ritorno in Consiglio…qui il dubbio c’è.

Tu sta a vedere che qualche buontempone le ha fatto credere si trattasse di detergente per il viso, o di latte di soia che il vegano va di moda, o forse magari quello che ci fa venire lei  alle ginocchia ma sono supposizioni azzardate le mie…

Qualcuno l’avrà  delucidata sulla reale natura di questo latte della cui conservazione pare molto preoccupata?

No perché la questione è seria.

Lei mica si può permettere di perdere tempo.

Insomma, una che è intervenuta in consiglio tre volte in tutto, in due anni e mezzo di legislatura, la cui più recente interrogazione riguarda il pap test (sperando che non abbia inteso si trattasse di uno psico-test di Paperina), che ha lottato per la mozione in cui chiedeva a costo delle sue protesi  l’istituzione dell’albo degli igienisti dentali…dai, preoccupiamoci un pochino, in fondo lavora per noi!

Per concludere, il 21 ottobre prossimo scatterà  la maturazione del vitalizio per tutti i consiglieri lombardi, Minetti compresa, naturalmente, che ci tiene a far sapere agli italiani tutti che resterà  in Consiglio fino al 2015!

Speriamo senza sedersi, perché altrimenti rischia di appiattire la parte migliore di sé”

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli

(sponsored)
Caricamento

About Deborah Papisca

L'avvento dell'era dei blog e dei forum forgia la sua fortuna permettendole di realizzare il sogno di una vita: vedersi pubblicare un romanzo. 'Di materno avevo solo il latte' è uscito il 10 maggio 2011 e sembra avere valicato i confini delle sue aspettative oltre ad averla finalmente conclamata scrittrice ufficiale. Continua a leggere

4 commenti

  1. Ti prego continua a scrivere della Minetti… tutte le volte che vuoi!

    • ahahaha cara lollamamma,
      se me lo chiedi così non posso rifiutare.
      La Minetti è una fonte di ispirazione non indifferente dopo tutto. Insomma anche lei pare avere una sua utilità  😉
      baci
      Deb

  2. Concordo con deborah…continua a scrivere almeno finchè la minetti non si accorge dell’ esistenza di questi post e una volta letti e capiti ( ammesso che ne sia in grado ) decida di querelarti!! hahahahaha

    • Secondo me fa prima un’interrogazione a risposta immediata in consiglio comunale per chiedere delucidazioni in merito alla posizione dell’Oasi nei suoi confronti… poi, se si riterrà “completamente” soddisfatta’, ci querelerà … e finalmente avremo il nostro momento di gloria!!!!! U.U

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *